Caricamento in corso...
16 settembre 2008

Il Milan va a fondo e Ronaldinho si ubriaca

print-icon
ron

Notte brava del rossonero dopo la vergognosa partita pareggiata dal Brasile contro la Bolivia e valida per le Qualificazioni mondiali. Ha passato il tempo ballando e corteggiando un sacco di belle ragazze

Dopo la partita di Rio contro la Bolivia, finita 0-0 e valida per le qualificazioni mondiali del Sudamerica, una prova che la stampa sportiva brasiliana ha definito "vergognosa", vari giocatori della Seleçao, con Ronaldinho Gaucho in testa, hanno fatto festa per tutta la notte in un locale. Alcuni, tra cui il n. 80 del Milan, si sono trattenuti fino all'ora di pranzo del giorno dopo.

Lo rivela oggi l'agenzia di stampa brasiliana Agencia Estado, che afferma che i 'bagordi' si sarebbero svolti in una villa, di difficile accesso, a Jacarepaguà, nella zona in cui c'è l'autodromo intitolato al tre volte campione del mondo Nelson Piquet. Sempre secondo le informazioni raccolta dall'Agencia Estado, l'ingresso era protetto da misure di sicurezza molto rigorose, per evitare che trapelasse qualsiasi notizia o immagine della 'festicciola': non si poteva entrare con borse o con il cellulare.

Il fuoriclasse rossonero si sarebbe scatenato a suonare e ballare il 'pagode', un ritmo molto popolare in Brasile, e a corteggiare le molte belle ragazze presenti alla festa e sarebbe andato via dalla villa solo all'ora di pranzo del giorno dopo. Con lui ci sarebbero stati anche altri giocatori della Seleçao, ma il 'Gaucho' è l'unico citato in modo specifico.

"Ho speso 250 real (90 euro, ndr) per andare allo stadio con la famiglia per vedere quello schifo di partita, e loro dopo una prestazione del genere fanno festa: e' una vergogna", ha detto all'Agencia Estado il proprietario di un ristorante vicino alla villa, testimone della presenza in zona di Ronaldinho e compagnia.

La denuncia ricorda quella di un anno fa, sempre a Rio de Janeiro, quando dopo la vittoria della Selecao per 5-0 contro l'Ecuador, Ronaldinho, Robinho, Vagner Love e altri giocatori furono visti festeggiare in un locale notturno, anche allora fino alla mattina seguente, quando secondo fonti vicine ai calciatori "venne battuto il record di consumo di profilattici".

Da notare che Ronaldinho, che è rimasto in villa a Jacarepaguà fino all'ora di pranzo di giovedì scorso, domenica è stato mandato in campo da Ancelotti in Genoa-Milan, costringendo il tecnico a sostituirlo dopo i primi 45' ed una prestazione non certo positiva.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky