23 settembre 2008

Prime grane per Zola, il West Ham rischia maxi risarcimento

print-icon
zol

Zola alle prese con i primi problemi da manager

Dichiarata 'illegittima' la salvezza degli Hammers nel 2006-07 per la posizione irregolare di Tevez. Il club potrebbe dover pagare 37 milioni di euro allo Sheffield United

Prime grane - Dopo l'esordio scoppiettante sulla panchina del West Ham, per Gianfranco Zola arrivano le prime grane. Problemi non legati al campo, né alla scelta dei giocatori, ma guai finanziari che potrebbero, in parte, compromettere il futuro degli Hammers almeno sul mercato. Infatti, il club rischia di dover pagare una maxi indennizzo di 37 milioni di euro. Infatti, un tribunale britannico ha riconosciuto come "illegittima" la salvezza del West Ham in Premiership nella stagione 2006/07. A farne le spese allora, retrocedendo in prima divisione, era stato lo Sheffield United, che aveva chiuso al terz'ultimo posto, tre punti dietro gli stessi Hammers, ma con una migliore differenza reti.

West Ham irregolare - Lo Sheffield aveva deciso di appellarsi alla giustizia ordinaria, chiedendo un risarcimento per il danno subito, dopo che erano emerse le anomalie del tesseramento di Carlos Tevez, all'epoca con la maglia dei londinesi. Lunedì la corte presieduta da Lord Griffiths ha dato ragione allo Sheffield, oggi in Championship (la Serie B inglese), che ha chiesto 30 milioni di sterline per i danni subiti.

No comment - "Non c'è alcun dubbio che il West Ham avrebbe avuto almeno tre punti in meno senza Tevez", si legge nella sentenza del tribunale. Nessun commento è giunto da parte del club allenato da Zola che, dunque, aspetta l'evolversi degli eventi.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky