Caricamento in corso...
02 ottobre 2008

Il Marsiglia vola, ma soltanto pagando il cherosene

print-icon
mar

Sconfitti a Madrid dall'Atletico di Aguero, i francesi sono tornati a casa con un volo charter, ma prima hanno dovuto fare il pieno di carburante a spese loro

Una colletta per pagare il cherosene e far decollare l'aereo. A dover mettere mano ai portafogli sono stati i giocatori del Marsiglia, per rientrare ieri da Madrid dopo l'impegno di Champions con l'Atletico, terminato 2-1 per gli spagnoli. Stando al racconto de "La Provence", è successo infatti che la compagnia addetta ai rifornimenti all'aeroporto di Barajas, non avendo accordi con l'Aigle Azur, la compagnia aerea con cui viaggiava il Marsiglia, ha rifiutato il rifornimento con carta di credito dichiarandosi disponibile ad accettare solo contanti. E allora è toccato a giocatori, allenatori e staff medico raccogliere i 3.300 euro necessari per pagare i 2.800 litri di carburante che servivano per il ritorno. Solo così, dopo quasi tre ore di discussioni con il responsabile dello scalo madrileno e quello della compagnia addetta ai rifornimenti, l'aereo è potuto decollare per atterrare a Marsiglia solo alle 4.10 del mattino. "E' stupefacente quanto accaduto - ha poi detto il comandante dell'aereo presentando le sue scuse alla squadra - non avevo mai visto una cosa del genere nella mia carriera".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky