08 ottobre 2008

Kakà al Brasile: ''Non sono il salvatore della patria''

print-icon
kak

Dopo le ultime deludenti prestazioni dei verdeoro, culminate nel vergognoso pareggio in casa contro la Bolivia, tutte le speranze ricadono sull'ex Pallone d'Oro, che però mette le mani avanti: ''Cercherò di aiutare nel limite del possibile''

Dopo quasi un anno di assenza  dalla seleçao, Kakà torna ad allenarsi con i verdeoro, ma mette subito le mani avanti e dichiara: "Non sono il salvatore della  Patria". Fuori dalla nazionale dal novembre 2007 a causa di una contusione, il centrocampista del Milan è la principale attrazione nell'allenamento che anticipa la sfida del Brasile con le nazionali venezuelana e colombiana, valide per le eliminatorie della coppa del mondo del 2010 in Sud Africa. Dopo le ultime deludenti prestazioni dei verdeoro, culminate  nel vergognoso pareggio in casa contro la Bolivia (0-0), fanalino di coda delle nazionali sudamericane, la  responsabilità della riscossa ricade tutta sulle spalle dell'ex pallone d'oro, il quale però ha dimostrato di non gradire.
"Non è soltanto mia la responsabilità. Non sono il salvatore della Patria. Cercherò di aiutare la squadra nel  limite del possibile", ha dichiarato il campione.
L'allenatore della seleçao, Dunga, ha dichiarato che non pretende nulla di più dal milanista, "Spero solo che Kakà sia Kakà, non ho motivi per tenere con lui un discorso particolare".
Kakà sostituirà Ronaldinho, rimasto a Milano a riposo, per recuperare la giusta forma fisica.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky