Caricamento in corso...
20 ottobre 2008

''Pallone d'Oro? Per me il migliore è Messi''

print-icon
mes

Il ct della Nazionale, Lippi: secondo me è lui il più bravo del mondo. Tra i candidati vedo bene anche Cristiano Ronaldo e Torres. Ibra? No, prima bisogna vincere qualcosa di importante a livello internazionale. La squadra migliore? Il Napoli

"Per me i candidati al Pallone d'Oro sono solo tre, si potevano risparmiare gli altri ventisette". Lo ha detto il ct dell'Italia, Marcello Lippi, intervenendo a 'La politica nel pallone' su Gr Parlamento. "Sono Cristiano Ronaldo, Torres e Messi. Ibrahimovic? No. E' un grandissimo calciatore, ma bisogna vincere qualcosa di importante a livello internazionale. Dopo il Mondiale Cannavaro ha vinto il Pallone d'Oro e il Fifa World Player, bisogna vincere il Mondiale o la Champions League per farcela. Chi è il più bravo al mondo? Per me è Leo Messi".

Poi, capitolo campionato: "Qual è la squadra che ha fatto vedere il calcio più interessante? Il Napoli. Il calcio più spumeggiante, più interessante l'ha forse fatto vedere il Napoli. La novità della velocità, di certe verticalizzazioni. Hanno intrapreso la strada giusta, con due o tre giocatori all'anno. Hanno saputo scegliere alcuni giocatori, poi... Parliamoci chiaro: chi conosceva i Gargano o quella gente li'? Hanno saputo intraprendere la strada della crescita continua. L'Inter? Mi ha impressionato quello che ha detto Mourinho, che dimostra quanto è forte l'organico dell'Inter: ha detto che ha fatto giocare quelli con i quali ha potuto lavorare in settimana. Infatti ha fatto giocare Obinna, anche se erano tornati i sudamericani: anche da questo si vede la forza di una squadra".

Su Mario Balotelli, indicato da molti come pronto per la nazionale maggiore: "Sì, ha fatto due gol, ma è bene che faccia esperienza. E' importante che i ragazzi facciano l'esperienza giusta. Rooney o altri all'estero hanno debuttato giovanissimi? Era gente che aveva già fatto a quell'età esperienza internazionale nella sua squadra. E' difficile far giocare chi non è titolare nel suo club". Non mi pare però di avercela con i ragazzi: ho portato Daniele De Rossi in Nazionale a vent'anni, un anno prima. Dare tutta questa responsabilità a uno di diciotto anni mi sembra una forzatura".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky