23 ottobre 2008

Coppa Uefa: l'Italia cala il tris con Milan, Samp e Udinese

print-icon
sib

Daniele Bonera alle prese con Sibon durante Heerenveen-Milan

Nella prima giornata della fase a gironi i rossoneri superano fuori casa la modesta formazione olandese dell'Heerenveen con un secco 3-1. I blucerchiati battono il Partizan Belgrado 2-1, mentre la squadra di Marino si impone per 2-0 sul Tottenham in casa

HEERENVEEN-MILAN 1-3
23' pt Gattuso (M), 19' st aut. Jong (M), 24' st Inzaghi (M), 40' st Pranjic (H)

PARTIZAN BELGRADO-SAMPDORIA 1-2
20' pt Bonazzoli (S), 34' pt Diarra (P), 10' st Dessena (S)

UDINESE-TOTTENHAM HOTSPUR 2-0
23' pt rig. Di Natale, 41' st Pepe

Il tris è servito - Comincia nel migliore dei modi l'avventura delle squadre italiane nella fase a gironi della Coppa Uefa. Milan, Samp e Udinese non deludono le aspettative e si impongono sulle rivali conquistando i primi tre punti in palio nei rispettivi gironi.

Milan, tutto facile - Un viaggio piacevole con tanto affetto da parte degli olandesi fuori e anche dentro il campo: la prima partita del Milan nel girone di coppa Uefa si risolve in fretta con una vittoria contro i modesti olandesi dell'Heerenveen, a cui non basta la buona volontà contro un avversario di un'altra categoria tecnica. Finisce 3-1 con tanti applausi dei tifosi locali ben contenti di aver visto dalle loro parti Kakà e compagni e poco importa se il risultato non è mai stato in bilico. I difensori dell'Heerenveen facilitano non poco il compito dei rossoneri, mentre in attacco c'è davvero poca sostanza e concretezza nel  tridente messo in campo dal tecnico Sollied. Basta quindi un grande Gattuso a trascinare un Milan rimaneggiato soprattutto in difesa ma comunque in grado di mettere le cose in chiaro già nel primo tempo e chiudere la pratica dopo 23'.

Samp ritrovata - Si perde in campionato, si ritrova in Europa. E' la Samp di Mazzarri, che a Belgrado batte 2-1 il Partizan in Coppa Uefa. Nella prima partita della fase a gironi, per fare in Europa quello che ancora non le è riuscito in campionato: vincere. Con il quarto euro-gol di Bonazzoli nel primo tempo e il primo di Dessena nella ripresa, in risposta al momentaneo pareggio serbo con Diarra. Una Sampdoria tonica e  propositiva, che a Belgrado dimentica le delusioni del campionato e vola con le invenzioni di Cassano. Umile nel prendere per mano la squadra nei momenti di difficoltà, leader nell'ispirarla nei passaggi decisivi, quando c'è da cambiare marcia e portare il colpo del ko. Bravo Mazzarri a motivare la squadra, a tenerla a galla, ma brava anche la Samp a non farsi intimidire da un Partizan aggressivo ma un po' troppo distratto a centrocampo.

Colpaccio Udinese - Beata giovinezza. Quella dell'Udinese di Marino, che si aggiudica la prima gara del Gruppo D di Coppa Uefa battendo 2-0 i ricchi inglesi del Tottenham grazie a un rigore di Di Natale nel primo tempo e a una rete di Pepe a quattro dal termine. Non che sia stato tutto facile, ma il carattere dei bianconeri è bastato per fronteggiare le fiammate d'orgoglio degli Spurs. La squadra di Juande Ramos cercava al Friuli il riscatto che non riesce a trovare nella Premier, dove è ancora ultima a due punti dopo otto giornate, trovando però l'ottima Udinese di questo inizio stagione, quella seconda solo all'Inter con 14 punti.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky