Caricamento in corso...
18 novembre 2008

Maradona, l'esordio della mano di Dio 22 anni dopo

print-icon
man

Il leggendario gol segnato di mano da Maradona durante Inghilterra-Argentina a Mexico '86

Mercoledì c'è Scozia-Argentina a Glasgow, un'amichevole che segna il debutto di Dieguito come ct dei sudamericani. Ma c'è chi non scorda Mexico '86, come Terry Butcher: allora nell'Inghilterra che prese il famoso gol di mano, oggi vice ct scozzese

"Farò il mio esordio in un posto dove mi amano perché ho segnato quel famoso gol agli inglesi...". Era convinto di trovare un clima particolarmente amichevole in Scozia, Diego. A rafforzare la sua convinzione, anche il fatto di aver ricevuto dal Daily Record un premio "a nome dei tifosi scozzesi per commemorare il gol segnato all'Inghilterra con la mano di Dio". E invece, il giorno del suo compleanno, Diego Maradona non aveva fatto ancora i conti con Terry Butcher. Che oggi è l'assistente del ct scozzere George Burley. Ma che allora era solo una delle vittime di quel famoso gol. Uno che con l'Inghilterra ha giocato 77 partite e che dell'Inghilterra è stato pure capitano. Soprattutto uno che ha un'ottima memoria.

"Non l'ho dimenticato quel gol, è brutto perdere un quarto di finale mondiale così, anche se sono passati 22 anni…". Insomma, Maradona qualche nemico ce l'ha anche nella Scozia. Ma questa amichevole sarà comunque la partita di Diego, di un debutto di cui parla, ovviamente, tutto il mondo. Che aspetta di vedere quanto di suo ci sarà in questa Argentina. Senza Messi, per gli accordi presi con il Barcellona, e senza Riquelme, ma con tutti gli altri.

Già stregati dal loro nuovo ct. Basta vedere l'impegno che mettono nell'allenamento e l'attenzione con cui lo ascoltano. Lui che da solo è bastato per trasformare un'anonima amichevole autunnale in un evento. Lui che a Glasgow vorrà cominciare la sua nuova carriera con una vittoria. Lui che, dopo 22 anni, vorrà dare un altro dispiacere a Terry Butcher.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky