Caricamento in corso...
06 dicembre 2008

Il Liverpool riprende a correre, Il Barça non si ferma più

print-icon
xab

Xabi Alonso ha aperto le danze nel 3-1 del Liverpool sul Blackburn

In Premier League i "Reds" tornano al successo dopo due pareggi e continuano la marcia in vetta alla classifica grazie al 3-1 al Blackburn. In Bundesliga cade l'Hertha Berlino, nella Liga quaterna dei blaugrana al Valencia

PREMIER LEAGUE
Buona la terza. La locomotiva Liverpool è ripartita dopo due 0-0 di fila. Gol e vittoria a Blackburn, nonostante l'assenza di Fernando Torres: è 3-1 con le firme di Xabi Alonso, Benayoun e Gerrard. Reds ancora in vetta alla Premier, con il solito punticino sul Chelsea. Perché la squadra di Scolari ha fatto anche lei il suo dovere, imponendosi sul campo del Bolton 2-0. Nel primo tempo i gol di Anelka e Deco. Porta la firma di Vidic il successo del Manchester United con il Sunderland. A Old Trafford, nella serata in cui Cristiano Ronaldo porta in trionfo il Pallone d'oro (ma il portoghese è uscito al 23' st, sostituito da Giggs, per una botta al costato), i Red Devils acciuffano la vittoria solo al novantesimo. Tre punti importantissimi con cui il Manchester si mette alle spalle l'Arsenal. Successo di misura della squadra di Wenger, che ha avuto ragione del Wigan (che non perdeva da cinque partite) grazie ad Adebayor. Bene anche l'Hull, che ha superato il Middlesborugh. Pareggio invece tra Manchester City e Fulham. Come tra Newcastle (cui non è bastata una doppietta di Owen) e Stoke City. Domenica, ora, sarà il turno dell'Aston Villa, che a Liverpool deve vincere e tenere a distanza l'Everton. Altra sfida quella tra West Bromwich e Portsmouth. Nel "monday night", infine, è atteso l'ennesimo derby londinese tra il traballante West Ham di Zola e il ritrovano Tottenham di Redknapp.

BUNDESLIGA
Cade l'Hertha Berlino e il Bayer Leverkusen ne approfitta, rubando ai berlinesi il ruolo da inseguitrice alle spalle di Hoffenheim e Bayern Monaco. Con matricole e campioni in vetta a quota 34 punti (dopo l'anticipo di questa sedicesima giornata di Bundesliga, finito 2-1 per i bavaresi e deciso da una rete di Toni), la squadra di Labbadia vince 3-1 in casa del Borussia Moenchengladbach e si porta a quota 31. A decidere la trasferta sono una doppietta di Kiessling e la dodicesima rete stagionale di Helmes (sempre a quattro gol di distanza da Ibisevic, a segno anche contro il Bayern e primo in classifica marcatori). Inutile per i padroni di casa la rete di Jantschke. L'Hertha Berlino, invece, scivola male in casa dello Schalke, che riesce ad avere la meglio grazie ad Asamoah al 19' della ripresa. I berlinesi restano così al quarto posto, con un punto in meno del Leverkusen. Fa un passo falso anche il Werder Brema, battuto di misura fuori casa dal Karlsruher. A piegare gli eurorivali dell'Inter in Champions è un gol messo a segno al 38' del secondo tempo da Kennedy, che permette ai suoi di lasciare l'ultimo posto. Dove invece resta il Bochum, strapazzato dall'Eintracht. Alla fine il club di Francoforte chiude 4-0 (doppietta di Liberopoulos, seguita da Steinhofer e Russ) e prende il Colonia a quota 19. A Bielefeld, invece, il Borussia Dortmund non va oltre lo 0-0 contro l'Arminia e vede cosi' avvicinarsi lo Stoccarda, in netta ripresa. Dopo la vittoria della settimana scorsa contro lo Schalke, la formazione di Babbel trova tre punti importanti anche in casa dell'Energie Cottbus, superato 3-0 grazie ai gol di Hilbert, Simak e Khedira. Domenica chiuderanno il turno Colonia-Amburgo e Wolfsburg-Hannover, con la squadra di Barzagli e Zaccardo osservata dal Milan in vista della prossima sfida di Coppa Uefa

LIGA
C'è la firma di Henry sull'ennesima impresa stagionale del Barcellona: l'attaccante francese firma tre dei quattro gol che stendono il Valencia dando alla squadra di Guardiola la possibilità di portarsi a più sei sul Villarreal che conquista un punto sul campo del Getafe rimontando tre gol. Se c'erano dubbi sui valori della Liga di quest'anno, la serata di oggi è stata illuminante: il Valencia resta la terza forza del campionato ed e' stato travolto dall'onda d'urto del Barcellona. Due gol nella prima mezz'ora, il terzo in apertura di ripresa. Poi il 4-0 definitivo a dieci minuti dalla fine. I catalani salgono a quota 35, in 14 giornate hanno lasciato agli avversari la miseria di sette punti. Perde contatto anche il Villarreal che ha rischiato grosso sul campo del Getafe: 3-0 dopo neanche mezz'ora e addio sogni di gloria. Nel secondo tempo la rimonta della squadra di Pellegrini che firma il 3-3 con il nostro Giuseppe Rossi. Un punto che è poco rispetto ai tre conquistati dal Barcellona ma che permette ai "sottomarini gialli" di allungare a più due sul Valencia. Nel terzo anticipo, altro festival del gol tra Sporting Gijon e Atletico Madrid con gli ospiti che vincono 5-2 grazie anche alla doppietta di Aguero. Ora tocca al Real Madrid, in crisi nera, ma con la possibilità, in caso di vittoria, di agganciare al secondo posto il Villarreal sia pure a sei punti dal Barcellona. La squadra di Schuster è impegnata al Bernabeu col Siviglia di Maresca (prossimo eurorivale della Samp in Uefa). Una sorta di nuovo ultimo appello per l'allenatore, nell'occhio del ciclone dopo l'imprevisto ko di sabato scorso col Getafe. Domenica tutto sommato tranquilla per il Maiorca contro il Recreativo Huelva, e per il Deportivo La Coruna, impegnato in casa col Malaga. Da segnalare, infine, il debutto di Josè Manuel Esnal 'Mane" sulla panchina dell'Espanyol che esordirà a Siviglia con il Betis. Completano il turno Numancia-Almeria e Racing Santander-Athletic Bilbao.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky