10 dicembre 2008

Perso Ronaldo, il Flamengo ora si butta su Adriano

print-icon
adr

Adriano con la maglia del San Paolo dove ha giocato, in prestito dall'Inter, nella seconda parte della passata stagione

Il presidente della società di Rio de Janeiro, Marcio Braga, ha dato il via per l'ingaggio dell'Imperatore che l'anno scorso ha giocato una parte della stagione con il San Paolo. Il vicepresidente Leite: "E' un grandissimo giocatore, ci interessa molto"

COMMENTA NEL FORUM

Il Flamengo cambia obiettivo. "Tradito" da Ronaldo, che ha scelto il Corintihians, il club 'rubro negro' punta ora su Adriano. Il presidente della società di Rio de Janeiro, Marcio Braga, ha dato il via per l'ingaggio dell'Imperatore che, secondo quanto riporta la stampa brasiliana, il 21 dicembre arriverà a Rio per trascorrere le vacanze di Natale. "Vengo per restare", avrebbe detto l'attaccante dell'Inter ad alcuni amici secondo il virgolettato riportato dal sito globoesporte.com. Lo scorso 19 novembre, in occasione dell'amichevole tra Brasile e Portogallo, Adriano aveva dichiarato che l'unica squadra di Rio nella quale avrebbe voluto giocare era proprio il Flamengo. Intanto il vicepresidente del club, Kleber Leite, ammette: "Adriano è un grandissimo giocatore, è cresciuto e si è formato nel Flamengo, ci interessa molto". Globoesporte.com ricorda che i rapporti tra Adriano e il tecnico dell'Inter, José Mourinho, non sono buonissimi e questo faciliterebbe la trattativa con il Flamengo, club in cui l'Imperatore ha giocato dall'inizio del 2000 al giugno del 2001 segnando 12 gol in 46 partite.

Intanto non si è fatta attendere la replica di Ronaldo ai tifosi del Flamengo. "Ha usato il nostro club, ci ha traditi e profondamente deluso", dicono i sostenitori rossoneri. Alcuni di loro hanno anche bruciato la maglia di Ronaldo e promettono manifestazioni di protesta contro quello che per loro è ormai soltanto "un traditore". "Li capisco perfettamente - ha replicato l'ex attaccante di Inter e Milan -. Tutti sanno che tifo Flamengo, che ho questa squadra nel mio cuore, ma mi sono allenato quattro mesi a Rio senza ricevere nessuna offerta, senza sentir parlare di un progetto o di un'idea che mi riguardasse. Io continuo ad essere un professionista, continuo ad amare le sfide e questa con il Corinthians è l'ideale per me, una grande stimolo, un'enorme motivazione perche' mi permette di tornare a fare il calciatore".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky