19 dicembre 2008

Il Corinthians: ''Se Ronaldo si rompe ci deve pagare''

print-icon
ron

Ronaldo firma il contratto con il Corinthias. All'interno due clausole particolari...

E' quanto previsto dal contratto annuale firmato dal Fenomeno: 2,2 milioni di euro in caso di infortunio durante una partita, addirittura 7,6 nel caso in cui, una volta ristabilito, firmasse per un'altra società. Il vicepresidente: ''Ci tuteliamo"

Se Ronaldo si infortuna, dovrà versare 2,2 milioni di euro nella casse del Corinthians. E' quanto prevede il contratto annuale che il 32enne centravanti ha firmato con il club di San Paolo. "Se dovesse subire una lesione mentre gioca con il Corinthians e se non potesse tornare in campo, Ronaldo dovrebbe pagare", spiega Sergio Alvarenga, vicepresidente del Corinthians addetto agli affari legali. L'accordo contempla anche un'altra clausola, che il dirigente illustra al quotidiano 'Folha'. Se Ronaldo si infortunasse e, dopo il recupero, firmasse per un'altra squadra, dovrebbe risarcire il Corinthians con un assegno di 7,6 milioni di euro. "E' la soluzione che abbiamo individuato per tutelarci", dice Alvarenga.

L'attaccante, che percepirà nel 2009 un ingaggio di circa 4 milioni di euro, è fermo da febbraio, quando ha riportato la rottura  del tendine rotuleo del ginocchio sinistro. La data del ritorno in campo non è ancora stata fissata. "L'inserimento di queste penali -prosegue il vicepresidente- sta soprattutto a dimostrare che è stato raggiunto un compromesso tra le parti". Secondo la stampa brasiliana, la firma è arrivata dopo 6 mesi di trattative. Ronaldo ha accettato le condizioni fissate dal club. Il Corinthians, in cambio, ha ridotto le proprie pretese: all'inizio, infatti, la società avrebbe provato a inserire nel contratto una clausola d'indennizzo da 30 milioni di euro.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky