Caricamento in corso...
07 gennaio 2009

Abramovich in crisi: non è più il n.1 della Premier League

print-icon
abr

''Rovinato'' dalla crisi, a Roman Abramovich non rimane che consolarsi con la fidanzata Daria Zhukova

L'ex "Paperone" del calcio inglese viene spodestato dallo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan, proprietario del Manchester City. Impoverito dalla crisi finanziaria, il patron del Chelsea può contare su un patrimonio di "appena" 7 miliardi di sterline

Roman Abramovich giù dal trono, il proprietario del Chelsea non è piu' l'uomo più ricco del calcio inglese. Il miliardario russo cede lo scettro a Mansour bin Zayed al-Nayan, il padrone del Manchester City, e deve accontentarsi della terza posizione alle spalle dell'indiano Lakshmi Mittal, che finanzia il QPR.
Secondo la classifica pubblicata dal magazine FourFourTwo,  Abramovich ha perso circa 3 miliardi di sterline nella crisi finanziaria che ha investito i mercati mondiali. Il patrimonio del patron del Chelsea ammonterebbe ora ad "appena" 7 miliardi di sterline. Troppo poco per reggere la concorrenza di altri due pesi massimi: lo sceicco Mansour bin Zayed al-Nayan, che vuole trasformare il Manchester City in un top club, ha a disposizione 15 miliardi di sterline. Al secondo posto si accomoda Lakshmi Mittal. Il signore indiano dell'acciaio "vale" 12,5 miliardi di sterline, secondo le stime di FourFourTwo. Ce n'è abbastanza per far sognare i tifosi del Queens Park Rangers, il club di seconda divisione che può contare anche sugli investimenti di Flavio Briatore e Bernie Ecclestone. Il boss della Formula 1, con la moglie Slavica, occupa la quinta posizione con 2,4 miliardi di sterline. Davanti alla coppia c'è Joe  Lewis, il miliardario che possiede il Tottenham. E' lui, con un patrimonio di 2,4 miliardi di sterline, il primo inglese del ranking.

Nella graduatoria riservata ai calciatori, David Beckham, grazie ai lucrativi contratti di sponsorizzazione e all'ingaggio  che gli assicurano i Los Angeles Galaxy, continua a campeggiare  con una fortuna personale di 85 milioni di euro, più del doppio di Michael Owen, secondo, con 40 milioni.
Nelle classifiche stilate dal mensile inglese c'è posto anche per Fabio Capello, 62 anni: grazie al contratto con la Fa da 6 milioni all'anno, e ad una collezione d'arte valutata circa  10 milioni, il patrimonio del tecnico friulano ammonta a 25  milioni, tre in più di Sir Alex Ferguson (23). Più staccato Arsene Wenger, manager dell'Arsenal, che si deve accontentare di  una fortuna di 14 milioni.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky