11 gennaio 2009

Premier, il Man U vede blu e scatena l'inferno

print-icon
man

Nel big match della 21ª giornata di Premier League, il Manchester Utd batte 3-0 il Chelsea

Travolto il Chelsea per 3-0 davanti agli occhi di Mourinho, che studiava i prossimi avversari di Champions dell'Inter. Vidic sblocca il risultato, Rooney raddoppia e Berbatov chiude il conto. Red Devils a -5 dal Liverpool

Scherzo finito. Riecco il Manchester United, per chi ancora si sorprende. Tre a zero al Chelsea, 5 punti sotto il Liverpool, uno solo dai Blues. Con due partite da recuperare. Virtualmente già in testa, per dire. Un simbolo al momento giusto. Un ritorno alla gloria assopita. Perché i diavoli rossi, quando vedono blu diventano imbattibili: l'anno scorso lasciarono ai londinesi una double di sconfitte, premier e Champions. Ed ecco fatto, si riprendono in un colpo campionato e superiorità mentale, nel derby delle eurorivali italiane: è presto ma sicuramente Mourinho, in tribuna a Old Trafford, non se la ride in previsione di febbraio, la Juve invece spera che questa crisetta della squadra di Scolari duri almeno per un altro mese e spiccioli.

In campo c'è più o meno il best del calcio inglese, e fa pure un po' specie appuntarsi il gol dell'1-0 a nome Vidic. Difensore cannoniere in mezzo a Cristiano Ronaldo, Rooney, Berbatov, Giggs, Drogba, Anelka, Lampard, Ballack, Deco. Eppure così finisce il primo tempo, striminzito riassunto di tensioni e di spettacolo un po' stiracchiato: al 47' Giggs trova il traversone giusto, sponda aerea di Berbatov e il centrale serbo che sbuca sul secondo palo in tuffo.

Avevano già annullato un gol a Cristiano Ronaldo poco prima, per dolo nell'utilizzo del "trucchetto Roma": Rooney tocca la palla sulla bandierina e se ne va, arriva Giggs che si porta avanti la sfera e poi serve al centro un cross perfetto per Ronaldo che insacca di testa. L'arbitro non è d'accordo. Sull'1-0 Scolari spacca le polemiche nel nome del risultato e mette dentro anche Anelka, tenuto fuori per Drogba, togliendo Deco. Ma la storia è un'altra. Perché al 18' Cristiano Ronaldo a destra libera di tacco Evra, cross e Rooney di piatto al volo. Due a zero.

Così funziona la squadra di Ferguson: lui può decidere di lasciare in panchina Tevez senza lasciare ossigeno alle polemiche. E vince. Dilagando, perche' a 4 minuti dalla fine segna pure Berbatov, trovato in area da una punizione-cross di Ronaldo, che lunedì vincerà anche il Fifa World Player dopo il Pallone d'oro. Nella domenica del Manchester da registrare anche il successo del Wigan sul Tottenham nell'altro incontro che chiude la ventunesima giornata.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky