21 gennaio 2009

Robinho, la fuga costa caro: il City lo multa

print-icon
rob

Robinho multato dal Manchester City dopo aver lasciato il ritiro di Tenerife

Ha negato di essere volato in Brasile in preda all'ira dopo la rottura delle trattative per Kakà, ma i Citizens lo puniranno lo stesso. Per il Times dovrà sborsare 160mila euro, per il Daily Mail 320mila

INTERVIENI NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

Ha negato di essere volato in Brasile in preda all'ira per la rottura delle trattative per Kakà al Manchester City, ma a Robinho questo non basterà per evitare la multa decisa dalla società. Secondo alcuni quotidiani inglesi, infatti, il tecnico Hughes non avrebbe gradito la partenza, ritenuta improvvisa dell'attaccante brasiliano e il conseguente abbandono del ritiro di Tenerife. Robinho ha promesso di riunirsi ai compagni in tempo per poter essere a disposizione contro il Newcastle. In realtà, questo sarebbe un ordine dello stesso tecnico, che avrebbe deciso in piena autonomia sulla multa: 160 mila sterline secondo il Times, 320 mila per il Daily Star.

Lo riporta Garry Cook, secondo il quale "Hughes ha chiarito alcune regole sulla disciplina dei giocatori e sul ruolo che questi devono svolgere. Se Robinho ha violato queste regole, gestiremo tutto internamente", ha detto l'amministratore delegato del Manchester City. Ma le polemiche su Robinho non si fermano qui. Secondo alcune voci che arrivano dall'Inghilterra, infatti, il brasiliano avrebbe chiamato Felipe Scolari, "supplicandolo" di prenderlo al Chelsea.

Per i Blues sarebbe il giocatore che potrebbe sostituire Joe Cole, fuori per infortunio fino al termine della stagione. La clamorosa offerta da presentare al City sarebbe già pronta: 17 milioni di euro più Anelka, Malouda, Kalou e un difensore a scelta tra Alex e Ivanovic.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky