24 gennaio 2009

E' Ferguson l'uomo più potente dello sport britannico

print-icon
fer

Sir Alex Ferguson

L'allenatore scozzese del Manchester United è stato inserito dal "Times" al primo posto della classifica degli uomini più potenti. "La parte più difficile non è stabilire come il suo potere è cominciato, ma quando finirà"

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Il 67enne Alex Ferguson, allenatore scozzese del Manchester United, è stato scelto dal "Times" come uomo più potente dello sport britannico. Al secondo posto il presidente del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Londra 2012, l'ex fuoriclasse del mezzofondo Sebastian Coe, terzo lo Sceicco Mansour proprietario del  Manchester City. Fra i primi dieci della lista c'è anche il ct della nazionale inglese, Fabio Capello, classificato all'ottavo  posto, preceduto dal 'boss' del Chelsea Roman Abramovich (sesto) e dal calciatore del Milan David Beckham (settimo).

Ferguson guida lo United dal 1986, e ha vinto (anche quando  allenava l'Aberdeen) come nessun altro tecnico del calcio  inglese. Secondo il "Times" Ferguson merita di stare al top perché "la sua impronta ha caratterizzato per decadi le nostre vite sportive, fino a farlo giungere al top. La parte più difficile non è stabilire come il suo potere è cominciato, ma quando finirà".

Lo Sceicco Mansour è al terzo posto perché "l'impatto delle sue ricchezze sul calcio inglese è stato come un  terremoto. Ci sono moltissime possibilità che l'anno prossimo sia al top della lista se realizzerà il suo obiettivo di trasformare il City".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky