Caricamento in corso...
28 gennaio 2009

Le 50 sciagure del calcio secondo il Times

print-icon
bec

I tatuaggi nella speciale classifica stilata dal Time si attestano al quindicesimo posto

Il quotidiano inglese stila una classifica delle cose peggiori del calcio: calciomercato, superagenti, tatuaggi, moduli tattici, biografie e a sorpresa al ventitreisimo posto spunta il nome di Kakà

La televisione prima di tutto, poi il calciomercato, la Champions League, i tatuaggi, i moduli tattici, i superagenti, il turn-over e le biografie: sono solo alcune delle cose che secondo il quotidiano inglese 'The Times' hanno peggiorato il calcio. Il Times stila una vera e propria classifica e conta le "50 cose che hanno peggiorato il calcio" ma, sottolinea, ve ne sarebbero potute essere 500.

La televisione è l'imputata numero uno del peggioramento del mondo del pallone. Viene definita "il mostro che odia il calcio"; nella speciale classifica, alla posizione numero 3 c'è la Champions League, che ha cambiato nome e formula per denaro. Alla posizione numero 15 ci sono i tatuaggi: "ora - scrive il Times - non è possibile camminare in uno spogliatoio  e non essere accecati da croci celtiche, angeli, proverbi cinesi  e non, nomi di bambini e di mogli". Sotto accusa anche i super agenti (14/o posto)"a cui bastano poche telefonate, l'amicizia con Abramo.

Trova posto (alla posizione numero 23) anche Kakà, nei confronti del quale non viene risparmiata una critica: "se non è interessato ai soldi, perchè il Milan deve pagarlo 173mila sterline a settimana?". E poi al n. 48 c'è il calciomercato - fare shopping solo due volte all'anno non funzionerebbe nella vita di tutti i giorni, figurarsi nel calcio; alla posizione 47 i numeri delle maglie (bei tempi quando il portiere aveva l'1 e il più bravo della squadra il 10) e al 46/o posto le biografie dei calciatori (Rooney ha già scritto due libri, uno in più di quanti ne abbia mai letti in vita sua). E ancora tra i "mali " del calcio moderno spazio ai moduli tattici (37), i minuti di recupero (33) e il quarto uomo (26).

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky