Caricamento in corso...
04 febbraio 2009

Londra snobba la Trivela: tifosi del Chelsea scettici

print-icon
qua

Ricardo Quaresma prega che la sua esperienza al Chelsea sia più felice della parentesi milanese

Nella sua prima intervista alla tv del Chelsea Quaresma è apparso motivato e non ha risparmiato qualche frecciata a Jose Mourinho. "Sono orgoglioso di giocare per il Chelsea e dimostrerò quel che valgo. A Milano non ho avuto tante opportunità"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO ESTERO

Non ha ancora debuttato con la maglia del Chelsea, eppure la stampa britannica già dubita del reale valore di Ricardo Quaresma, approdato in Premier League in prestito dall'Inter nell'ultimo giorno di mercato. Il Daily Mail, evidenziando il clamore che ha accompagnato l'arrivo di Andrei Arshavin all'Arsenal, non ha mancato di osservare come viceversa quello dell'ala portoghese sia passato quasi inosservato.

Forse inevitabile per un talentuoso giocatore che nonostante la giovane età (25 anni) ha già fallito due volte sui grandi palcoscenici, prima a Barcellona e ora a San Siro. Luiz Felipe Scolari, che lo ha fatto debuttare nella nazionale portoghese nel 2003 (ma lo ha anche escluso dal mondiale tedesco del 2006), lo ha voluto per sostituire Joe Cole, infortunatosi al  ginocchio.
Nella sua prima intervista alla tv del Chelsea Quaresma è apparso motivato, e non ha risparmiato qualche frecciata a Jose Mourinho. "Sono orgoglioso di giocare per il Chelsea - le parole del portoghese - A Milano non ho avuto tante opportunità, sono a Londra per dimostrare quello che valgo".

Prodotto del settore giovanile dello Sporting Lisbona (come Cristiano Ronaldo), cinque anni fa si era trasferito al Nou Camp. Un flop totale dal quale Quaresma si era ripreso solo tornando in Portogallo, con la maglia del Porto. La scorsa estate era stato fortemente voluto da Mourinho e l'Inter lo aveva pagato oltre 20 milioni di euro. Secondo una persona che lo conosce bene, però, il principale problema di Quaresma sarebbe caratteriale. "Ricardo è di origine gitana e ha sempre avuto problemi con l'autorità - ha dichiarato l'amico al  tabloid Daily Mail - Scolari spesso è riuscito a tirare fuori il meglio da lui, ma forse neppure il trasferimento a Londra basterà per rilanciare la sua carriera".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky