Caricamento in corso...
10 febbraio 2009

Italia-Brasile, la calata dei tifosi per il derby del mondo

print-icon
ton

Ai lati opposti del campo. Luca Toni e Gigi Buffon sono due colonne della Nazionale di Marcello Lippi

60mila spettatori, in maggioranza brasiliani, ma con una nutritissima rappresentanza di supporter azzurri; 300 giornalisti e operatori accreditati, stadio esaurito, gara trasmessa dalle televisioni di tutto il pianeta

VAI SUBITO AL FORUM DELLA NAZIONALE!

di Lorenzo Longhi
da Londra

Sessantamila spettatori, in maggioranza brasiliani, ma con una nutritissima rappresentanza di supporter azzurri: dodici anni e un Mondiale a testa dopo, Brasile e Italia («Il derby del Mondo», nelle parole di Lippi e Ronaldinho) tornano ad affrontarsi nell’amichevole in programma questa sera a Londra, all’Emirates Stadium, “tana” dell’Arsenal. L’ultima sfida è del giugno 1997: nel Torneo di Francia, a Lione, Brasile-Italia finì 3-3, con doppietta di Alex Del Piero. Che questa sera non ci sarà, perché Lippi non lo ha inserito fra i convocati, così come mancherà anche Kakà, costretto al forfait da un infortunio: evidentemente è destino, per gli appassionati inglesi, non poter vedere il brasiliano giocare sul suolo britannico vestito di una casacca (Manchester City o Seleça o che sia) diversa da quella del Milan. Se non altro ci sarà Robinho, che però nella Manchester minore, quella dei Citizens, già c’era.

La novità, per dare un tocco ancora più suggestivo all’evento, potrebbe - dovrebbe, stando alle previsioni meteorologiche - essere la neve: lunedì scorso Londra era paralizzata da una nevicata che, di tali dimensioni, non si verificava da 18 anni. Ma ieri il tempo era più tipicamente british: una giornata intera di pioggia, un cielo che metteva tristezza e, tanto per gradire, un fastidioso vento. Non esattamente una manna per turisti e tifosi, ma tant’è. Neve o meno, Brasile-Italia resta un evento che tira, in termini economici, e a dirla tutta nelle ultime settimane anche il caso della convocazione di Amauri da parte di Dunga (giunta fuori tempo massimo e rifiutata dalla Juventus, che pure sostiene di non avere mai ricevuto il fax dalla federazione brasiliana) e le polemiche politiche relative al caso-Battisti, hanno finito per regalare qualche tema in più, anche extracalcistico, all’incontro.

Circa 300 tra giornalisti e operatori accreditati, stadio esaurito, gara che sarà trasmessa dalle televisioni di tutto il mondo. Il sold out è avvenuto una settimana fa, quando sono stati venduti gli ultimi biglietti: sabato scorso circa 7mila italiani erano a Londra per la sfida del Sei Nazioni di rugby, persa malamente dalla Nazionale di Mallet contro l’Inghilterra, e molti di loro hanno approfittato dell’evento per rimanere qualche giorno in più e godersi anche la sfida calcistica di oggi. Che, per inciso, è chiamata a rompere gli equilibri: sono 12 i confronti sinora tra le due Nazionali più vincenti della storia (in campo 9 Coppe del Mondo), con 5 successi a testa e 2 pareggi, 19 gol fatti e 19 gol subiti. Perfetta parità. Anche se, tra i precedenti, figurano anche due finali mondiali, entrambe appannaggio dei sudamericani, quelle del 1970 e del 1994.

Difficile fare una stima precisa (la vendita dei biglietti era solamente on line), ma saranno almeno 15mila i tifosi italiani presenti. Eppure l’Emirates decisamente sarà più verdeoro che azzurro: il Brasile ha ormai ha fatto dello stadio dei Gunners la sua seconda casa, e quella di stasera sarà la quarta gara nell’impianto di Islington dal settembre del 2006, quando la Selecao superò l’Argentina con un indimenticabile 3-0 che vide festeggiare i tifosi brasiliani (la comunità brasiliana a Londra conta circa 60mila persone) per tutta la notte nei pub situati nella multiculturale Holloway Road, ma anche nelle più centrali, e più vive, Trafalgar Square e Leicester Square. Dove, comunque vada, sarà festa anche stasera: dopo tutto, proprio perché in palio non c’è nulla fuorché l’onore, è sempre Brasile-Italia, il “Derby del Mondo”. Ed esserci è già una festa.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky