Caricamento in corso...
10 febbraio 2009

Maradona: "Nel 1989 avevo firmato per il Marsiglia"

print-icon
mar

Diego Armando Maradona scalda la vigilia dell'amichevole tra Francia e Argentina

Diego scalda la vigilia di Francia-Argentina con un retroscena del passato: "Era tutto pronto. Dopo 4 ore di incontro, Ferlaino mi disse che se avessimo vinto la Uefa mi avrebbe lasciato andare. La coppa l'abbiamo vinta ma alla fine mi impedì di andare"

COMMENTA NEL FORUM NAPOLI

Sarà pure solo un'amichevole ma per Diego Armando Maradona è partita vera. Domani a Marsiglia la sua Argentina sfida la Francia di Domenech e alla vigilia il ct della Seleccion non rivela l'undici da mandare in campo perché "se io non so la loro formazione, perchè Domenech deve conoscere la mia?". Scontato, però, l'impiego di Lionel Messi, alla prima presenza in nazionale nell'era Maradona. "L'ho visto contento, con tanta voglia di giocare, anche se era un po' triste per non essersi potuto allenare ieri - racconta - Per lui è una partita importantissima perché è il debutto con me e mi ha detto che darà tutto perchè l'Argentina dimostri una volta per tutte il suo valore. Questa nazionale ha tutto quello che voglio e che cerco. Vedo giocatori che desiderano che l'Argentina faccia la storia e questo mi fa stare tranquillo".

Domani si vedrà una Seleccion pronta "ad attaccante, perchè ho gli uomini per farlo - prosegue l'ex Pibe de Oro - Questo è il momento migliore della mia vita e spero di aiutare i giocatori con la mia esperienza, sia quella buona che quella cattiva, parlo constantemente con loro". Tracciando un primo bilancio di questa sua avventura, Maradona ammette che "è molto meglio giocare, ti diverti di più. Ma con la squadra che tengo sono lo stesso felice e questo grazie ai giocatori, alla loro voglia, posso sentire con loro il profumo del campo come quando giocavo". Maradona vuole vedere domani una squadra "compatta, che scende in campo per vincere", anche se la Francia merita massimo rispetto perchè "avere tre in attacco come Ribery, Anelka ed Henry è fantastico. Proveremo a non lasciarli giocare perchè se lasci andare Ribery o Henry o se permetti ad Anelka di ricevere palla, sono dolori".

Dei tre, però, il ct argentino preferisce l'attaccante del Bayern Monaco, "il miglior giocatore francese del momento", un attaccante col quale Maradona avrebbe potuto condividere una cosa: il Marsiglia. L'amichevole di domani, infatti, è in programma al "Velodrome", dove l'ex Pibe de Oro è stato a un passo dal giocare. "Nell'estate del 1989 avevo firmato un contratto con Bernard Tapie - rivela, riferendosi all'allora patron dell'Olympique - Era tutto pronto. Dopo quattro ore di incontro, Ferlaino mi disse che se avessimo vinto la Coppa Uefa mi avrebbe lasciato andare. La coppa l'abbiamo vinta ma alla fine mi impedì di andare al Marsiglia".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky