28 febbraio 2009

Ifab, bocciato il cartellino arancione. Ecco le nuove norme

print-icon
fif

Il logo FIFA

La riunione dell'International Football Association Board prevista a Newcastle ha dato il via libera agli assistenti supplementari dell'arbitro ma ha abbandonato l'idea dell'espulsione a tempo

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Sì alla sperimentazione degli assistenti supplementari nel calcio professionistico. L'International Football Association Board (Ifab), l'organo della Fifa addetto alle modiche regolamentari, ha dato via libera all'ulteriore impiego di "assistenti supplementari dell'arbitro" che collaboreranno con il direttore di gara e garantiranno un controllo maggiore sulle azioni che si sviluppano nelle aree di rigore.

Nella riunione tenuta oggi a Newcastle, in Irlanda del Nord, l'Ifab ha effettuato le proprie valutazioni sulla base dei collaudi effettuati nelle gare di qualificazione degli Europei Under 19 disputate a ottobre e a novembre dello scorso anno. Semaforo verde alla novità, che ora verrà testata "in un campionato professionistico".

Tramonta, invece, l'ipotesi di introdurre una sorta di 'cartellino arancione' per l'espulsione a tempo: l'idea verrà abbandonata. Ritirata anche la proposta di estendere fino a 20 minuti l'intervallo tra il primo e il secondo tempo che attualmente dura 15 minuti.

La riunione odierna ha portato alla modifica parziale della Regola 11 relativa al fuorigioco. Secondo il nuovo testo, "ogni difensore che lascia il campo per qualsiasi ragione senza il permesso dell'arbitro sarà considerato sulla propria linea di porta in relazione al fuorigioco fino alla successiva interruzione".

L'Ifab ha modificato il protocollo relativo ai rapporti tra il quarto uomo e le panchine: nell'area tecnica, una persona dello staff potrà rimanere in piedi dopo aver impartito istruzioni tattici. Il quarto uomo, quindi, non dovrà piu' ordinare l'immediato ritorno in panchina. Novità anche per le norme che disciplinano i rigori alla fine di una partita: quando una sfida si decide dal dischetto, le due squadre dovranno avere a disposizione lo stesso numero di calciatori da impiegare nella 'lotteria' dei penalty. Se uno dei due team ha concluso il match con un elemento in piu' rispetto ai rivali, dovrà ridurre il proprio organico eleggibile per i rigori.

Rimane aperta la discussione relativa all'introduzione di un'ulteriore sostituzione negli eventuali tempi supplementari di un match. Il tema verrà affrontato dalla Fifa nelle varie commissioni. La sottocommissione tecnica dell'Ifab, invece, si occuperà della procedura da adottare quando un giocatore lascia il campo dopo aver ricevuto cure mediche. La prossima riunione dell'Ifab è in programma il prossimo anno dal 5 al 7 marzo a Zurigo.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky