Caricamento in corso...
02 marzo 2009

Pelè: ora sono un pensionato da 1000 euro al mese

print-icon
pel

Pelè con Maradona alla inaugurazione del Museo del calcio di Sao Paulo

Il più grande calciatore brasiliano della storia, 68 anni, riceve una pensione da 3000 "reais" al mese: "Il biglietto del cinema è a metà prezzo, sui mezzi pubblici non pago. Ma col patrimonio che ho accumulato i miei figli non hanno bisogno di lavorare"

"Da ottobre ricevo una pensione di 3000 reais. Il biglietto del cinema è a metà prezzo, sui mezzi pubblici non pago". Pelè, il più grande calciatore brasiliano della storia, descrive così la sua situazione di pensionato in un'intervista alla rivista Veja. La perla nera, che ad ottobre dello scorso anno ha compiuto 68 anni, potrebbe condurre una vita agiata anche senza il contributo dell'Istituto di previdenza, che equivale a circa 1000 euro.

"Posso dire che i miei nipoti, se sapranno amministrare il patrimonio che ho accumulato, non avranno bisogno di lavorare", dice. "Non sono diventato ricco con il calcio, perché ai miei tempi non si guadagnava come accade ora. Ho guadagnato dopo aver chiuso la mia carriera, ho fatto molta pubblicità, ma non ho mai fatto qualcosa legata a alcol, politica, religione o tabacco", spiega ancora. "Durante i Mondiali di Usa '94, un'impresa era disposta a pagare  qualsiasi cifra per mettere il mio volto sull'etichetta di una bottiglia: non ho accettato".

L'età avanza, ora Pelè non può più lavorare come in passato. "Dallo scorso anno ho cominciato a ridurre la mia agenda. Prima rimanevo in Brasile solo due mesi all'anno. Adesso voglio invertire la situazione per dedicarmi ai miei figli e ai ragazzi del  Santos". Pelè è testimonial dei Mondiali che il Brasile organizzerà nel 2014. "Dopo la Coppa del Mondo mi ritirerò definitivamente e diventerò un pensionato anche di fatto. Per la legge, lo sono già".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky