06 marzo 2009

Wenger contro Ronaldo: "Cerca di essere meno arrogante"

print-icon
ron

Sir Alex Ferguson palleggia con Cristiano Ronaldo, il suo cocco al Manchester United

Il tecnico dell'Arsenal suggerisce al fuoriclasse del Manchester United di non provocare gli avversari se vuole rispetto. In casa del Newcastle il Pallone d'Oro ha detto "giocatore di m..." a Taylor dopo un parapiglia. Ferguson lo difende: è dura per lui

Arsene Wenger contro Cristiano  Ronaldo: il tecnico dell'Arsenal ha suggerito al talento portoghese di essere "meno arrogante e provocatorio" in campo se vuole avere il rispetto degli avversari. Nel turno infrasettimanale di Premiership, in casa del Newcastle, il Pallone d'Oro è stato al centro di un parapiglia con il capitano dell'Under 21 inglese, Steven Taylor: una lite scoppiata in campo per una manata sul volto del portoghese, e proseguita nel sottopassaggio degli spogliatoi, con il Pallone d'Oro che avrebbe reagito insultando l'avversario con l'epiteto "giocatore di m...".

Il diverbio non ha stupito Wenger, convinto che i giocatori del Manchester United godano di una sorta di immunità da parte dei direttori di gara. "Con lo United sono sempre un po' cauto perché certe volte ho l'impressione che siano trattati con eccessive tutele. Ronaldo è un esempio specifico, la sua  arroganza è provocatoria così come la sua classe".

Di diverso avviso, ovviamente, Sir Alex Ferguson, che ha accusato gli avversari di ricorrere alle cattive maniere quando non riescono a limitare in altro modo il talento del portoghese. "Ronaldo è un facile bersaglio per gli arbitri - le parole  del manager scozzee -. E' facile perché è un grande giocatore che fa sempre notizia. Quando giochiamo in trasferta, la gente gli dà sempre contro, e lui deve sopportare queste situazioni. Ma certo non è facile".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky