06 marzo 2009

Lula: "Ronaldone avrebbe bisogno di tre ore per segnare"

print-icon
bla

A sinistra il presidente del Brasile Lula

Il presidente del Brasile commenta il debutto di Ronaldo con la maglia del Corinthians: "Probabilmente però non ce la faceva a stare in campo così tanto tempo". L'ex Fenomeno non ci sta e risponde: "La mia massa grassa è solo il 10%"

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

"Se Ronaldone avesse giocato ancora tre ore, forse avrebbe messo a segno un gol". La battuta è del Presidente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva, acceso tifoso del Corinthians, che ha ironizzato sul ritorno in campo del Fenomeno, 28 minuti contro il modesto Ituibiara, in una partita della Coppa nazionale. "Ma magari non ce la faceva ad andare avanti per tanto tempo", ha insistito ridendo di gusto il Capo dello Stato. Battute, quelle di Lula (che chiama il giocatore "Ronaldone" alludendo alle sue dimensioni, ovvero al fatto che a suo giudizio non abbia ancora una linea perfetta per fare il calciatore), che non potevano certo mancare visto che i riflettori mediatici di tutto il Brasile sono puntati sulla possibilità che Ronaldo giochi dall'inizio nell'attesa 'classica' di domenica contro gli arci-rivali del Palmeiras. Non è la prima volta che Lula fa battute sulla 'silouette' di Ronaldo: successe anche durante i Mondiali del 2006 in Germania, e all'epoca Ronaldo risponde in modo polemico con la frase che "di me si dice che sono grasso, di Lula che beve".

Ora c'è stata la pace, almeno se le cose non cambieranno dopo queste nuove battute del Presidente, favorita dal fatto che Ronie e' la nuova stella della squadra per cui Lula tifa da sempre. Ronaldo, comunque, ha voluto rispondere a Lula, spiegando che "la mia percentuale di massa grassa è bassa, circa il 10,6%. Forse devo perdere massa muscolare. Voglio tornare a essere veloce, rapido, superare i difensori in velocità e fare gol, perchè il gol fa parte della mia vita". Parole rassicuranti anche dal preparatore fisico del Corinthians Walmir Cruz: "Ronaldo sta bene e si allena molto più degli altri. E' un ragazzo esemplare. Sono sicuro che, grazie alla preparazione che stiamo mettendo in atto, migliorerà ancora".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky