22 marzo 2009

Ronaldo: voglio giocare ogni settimana e fare tanti gol

print-icon
ron

Il Fenomeno si confessa in un'intervista: vuole giocare regolarmente una volta a settimana

Il Fenomeno, felicissimo di essere al Corinthians, si confessa in un'intervista: ho già segnato due gol, ne voglio fare 30 con questa maglia. Sul ritorno in Brasile: dovevo tornare in patria perché la gente cominciasse a capire quanto ho dato al calcio

INTERVIENI NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

L'obiettivo di Ronaldo per questa stagione con il Corinthians è giocare una volta a settimana e possibilmente segnare un gol a incontro. In un'intervista al quotidiano Estado de S.Paulo, il Fenomeno afferma che "l'ideale quest'anno sarebbe giocare regolarmente una volta a settimana e segnare qualcosa come 30 gol, il che significa segnare ogni volta che entro in campo". "Vediamo, è un buon numero, intanto ne ho già segnati due in tre incontri in cui ho giocato meno di metà del tempo", ha aggiunto ridendo il fuoriclasse.

Ronaldo ha rivelato al quotidiano paulista di essersi adattato bene alla vita nella megalopoli di 18 milioni di abitanti, così diversa dalla sua Rio de Janeiro, e di aver comprato un appartamento con vista sullo stadio Pacaembu', lo stadio del Corinthians. Presto si trasferirà con la moglie Bia e la loro figlia di tre mesi, Maria Sofia, nella nuova casa, un palazzo gigantesco circondato da muri altissimi per proteggerlo  "dall'assedio di tifosi, ammiratori e paparazzi, che a volte è terribile". "Qualche tempo fa siamo andati su una spiaggia deserta sulla costa, e dopo dieci minuti eravamo circondati da gente che scattava foto e chiedeva autografi", ha raccontato l'astro.

Ronaldo ritiene molto positivo il fatto di essere tornato in Brasile: "Sono rimasto fuori per tanto tempo che c'è voluto che tornassi in patria perché la gente cominciasse veramente a riconoscere quanto ho dato al calcio brasiliano. Anche i giovani  che sono con me al Corinthians mi stanno scoprendo adesso, non sapevano quasi niente di me, ce n'erano tanti che non mi avevano mai visto giocare, a causa di tutte le lesioni".

"Per me è bellissimo essere qui - ha aggiunto il Fenomeno  - Qui è il mio popolo, la mia gente, il mio Paese". Ronaldo afferma di non aver mai pensato di andare a giocare negli Stati Uniti o in altri Paesi dove il calcio è solo esibizione. "Amo troppo il calcio - ha detto Ronaldo al quotidiano paulista -. Per me tornare a giocare significa tornare a fare gol che pesano, gol importanti, disputare titoli e campionati. In questo senso mi sento ancora giovane".

Secondo il fuoriclasse, la principale differenza tra Europa e Brasile è lo spazio per giocare. "In Europa tutti i giocatori si concentrano in 20, 30 metri, in Brasile è tutto più aperto, la squadra marca su 40, 50 metri, non c'è quel controllo, quella pressione compatta, solo in area di rigore".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky