Caricamento in corso...
26 marzo 2009

Platini minaccia: "Con la moviola in campo lascio il calcio"

print-icon
mic

Michel Platini boccia definitivamente la tecnmologia sui campi di calcio

Il presidente dell'Uefa chiude definitivamente alla tecnologia sui terreni di gioco: "Sì al doppio arbitro che aiuta il direttore di gara centrale, ma niente video. Lasciamo agli umani gestire giocatori umani"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Michel Platini, presidente dell'Uefa, si è detto nettamente contrario all'introduzione di qualsiasi tipo di tecnologia a supporto degli arbitri. Moviola in campo o dispositivi da applicare per eliminare i "gol fantasma" non fa differenza, "Le Roi" chiude senza mezzi termini alla modernizzazione del calcio per lasciare tutto nelle mani degli arbitri. "Quando noi giocavamo e non c'era la televisione l'arbitro decideva tutto", ha detto Platini, negli anni '80 grande numero 10 della nazionale francese e della Juventus.

"Poi sono arrivate le telecamere e hanno fatto vedere gli sbagli degli arbitri. Il compito dell'amministrazione - ha spiegato il presidente dell'Uefa - è quello di mettere gli arbitri in condizione di vedere tutto, poi loro devono decidere. Aggiungendo due arbitri sulla destra della porta, loro sono in grado di vedere tutto e anche da davanti, possono aiutare l'arbitro centrale a prendere una decisione. Se mettiamo la tecnologia, dobbiamo metterla anche sul fallo a 25 metri. Dunque, l'arbitraggio-video è la fine del calcio per me, lasciamo agli umani gestire i giocatori umani. Il giorno in cui ci sarà il video, io saluterò il calcio".

Platini, nel corso di un'intervista concessa a Sky Sport, ha affermato di avere "spinto molto" in sede Fifa per i test sull'introduzione dei due arbitri supplementari da schierare nelle aree di rigore. "Guardano solo con gli occhi e riferiscono all'arbitro centrale", ha detto Platini, "non c'è tecnologia, ci sono solamente le cuffie per comunicare con l'arbitro centrale".

Il numero uno della confederazione europea ha precisato che i due giudici d'area saranno chiamati a decidere su "tutto", non solamente per segnalare l'avvenuta marcatura di un gol. "Non sono due guardalinee, sono due arbitri addizionali che aiutano l'arbitro centrale a prendere le decisioni", ha chiarito Platini, che ha poi sottolineato come i test potrebbero essere condotti in "cinque o sei campionati" tra cui quello italiano di Serie B ("per un anno").

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky