Caricamento in corso...
03 aprile 2009

"Pericolo pubblico", arrestato il presidente dello Steaua

print-icon
bec

Gigi Becali fermato dalla Polizia rumena con l'accusa di sequestro di persona

Gigi Becali è stato portato in carcere con l'accusa di aver sequestrato i tre presunti autori del furto della sua Mercedes da 162mila dollari. Già in passato il patron aveva avuto problemi: tentò di corrompere una squadra rivale

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Gigi Becali, 50 anni, proprietario dello Steaua Bucarest, è finito in manette con l'accusa di aver rapito i tre presunti responsabili del furto della sua Mercedes da 162.000 dollari. Il provvedimento è scattato dopo un'udienza di 5 ore, nel corso della quale l'accusa lo ha definito "un pericolo pubblico". Insieme a Becali, che resterà in prigione per 29 giorni in attesa di ulteriori sviluppi nell'indagine, arrestate anche le sue quattro guardie del corpo. Il fatto risale allo scorso gennaio quando il patron della Steaua, insieme ad altri sei suoi dipendenti, ha circondato l'auto dei tre "sospettati", minacciandoli con delle pistole e rinchiudendoli nel bagagliaio.

Becali, uno degli uomini più ricchi della Romania, è noto nel suo Paese per il temepramento vulcanico e le frequenti presenze televisive. Lo scorso dicembre aveva esonerato il tecnico dello Steaua, Yuksel Yesilova, sostenendo che la sua religione, l'Islam, aveva portato sfortuna ad una squadra cristiana. Nel giugno del 2008 il club era stato penalizzato dopo che la federazione locale aveva portato alla luce un'offerta di Becali ad una squadra rivale (2,3 milioni di dollari) per aiutare lo Steaua a vincere il campionato.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky