25 aprile 2009

Cinquina United, Zola perde e firma il rinnovo col West Ham

print-icon
man

Wayne Rooney abbracciato dai compagni dopo il secondo gol al Tottenham

Il Manchester di Ferguson tiene a distanza il Liverppol battendo 5-2 il Tottenham. Il Chelsea vince contro gli Hammers 1-0 ma il club annuncia un quadriennale per il tecnico italiano

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Gianfranco Zola resterà al West Ham per i prossimi quattro anni. E' stato l'amministratore delegato degli Hummers, Scott Duxbury dalle pagine del sito della britannica Sky Sports, ad annunciare che il club londinese ha trovato l'accordo e che Zola ha accettato il rinnovo quadriennale del contratto, confermato anche per l'assistente dell'ex attaccante azzurro, Steve Clarke.

Zola e Clarke, approdati sulla panchina del West Ham lo scorso settembre, hanno guidato la rimonta del club londinese che attualmente occupa il settimo posto in Premier League, una posizione che gli garantirebbe un posto in Europa.

PREMIER LEAGUE
Mai scherzare con i Diavoli Rossi. Il Tottenham si prende il lusso di mettere paura al Manchester United ma non ha fatto i conti con le sette vite della squadra di Alex Ferguson. E i cinque gol che fanno passare a Redknapp la voglia di giocare brutti tiri. Finisce 5-2 a Old Trafford e la capolista rimette tre punti fra sé e il Liverpool, che in precedenza l'aveva agganciata e aveva sperato nella frenata dell'antagonista a quattro turni dalla fine della stagione. A Manchester infatti è Bent a siglare il vantaggio degli Spurs: cross in area, riceve palla sul destro e mette dentro e dopo tre minuti arriva il raddoppio su azione fotocopia. Ancora un cross dalla destra e ancora un'indecisione della difesa, soprattutto di Rio Ferdinand, con Modric lasciato solo e libero di colpire a rete. Ma dopo la ripresa un Manchester trasformato si prende la rivincita.

Prima con Ronaldo su rigore concesso per l'atterramento di Carrick, poi con Rooney tutto solo sulla sinistra, quindi con il tuffo vincente ancora del Pallone d'oro portoghese. Ma non è finita. Anche Rooney vuole la doppietta e se la prende dopo pochi secondi. E a questo punto c'è gloria anche per Berbatov. Speranze di vetta infrante per il Liverpool, che aveva visto molto da vicino i Red Devils e invece torna a guardare loro le spalle. La squadra di Benitez impiega 45 minuti prima di piegare l'Hull: il merito va a Xabi Alonso che apre la strada alla doppietta di Kuyt nella ripresa, intervallata dalla rete di Geovanni che può solo accorciare le distanze. Se il Liverpool tiene botta, i Tigers si ritrovano ancora a fare i conti con una difficile situazione in classifica e che domani potrebbe complicarsi ulteriormente.

Mantiene flebili speranze di vittoria finale il Chelsea, che a fatica riesce a battere in trasferta 1-0 il West Ham dell'ex idolo di Stamford Brisdge, Gianfranco Zola. Nella cornice di Upton Park, gli undici di Hiddink si portano avanti grazie all'unico gol di Kalou su cross di Lampard. Ma l'attaccante potrebbe rovinarsi la giornata con un fallo da rigore su Ilunga: dagli undici metri va Noble ma Cech si supera e salva la vittoria. Perde terreno, invece, l'Aston Villa, che non riesce ad andare oltre l'1-1 in casa del Bolton: il vantaggio è di Young a fine primo tempo, ma nella ripresa Cohen rimette in equilibrio la gara. Sempre lontanissimo il quarto posto (aspettando tra l'altro l'Arsenal), i Villans per fortuna riescono per stavolta a difendere la zona Uefa. Il diretto rivale Everton, infatti, si arrende sotto i colpi del Manchester City, che cosi' raggiunge il Tottenham.

Finisce 2-1 con le reti di Robimho e Ireland, a nulla serve il gol di Gosling al quarto minuto di recupero. La squadra di Hughes avrebbe potuto agganciare il Fulham di Roy Hodgson, ma a Craven Cottage i londinesi battono 1-0 lo Stoke City con il gol di Nevland. In coda alla classifica spicca poi la bella vittoria del West Bromwich sul Sunderland: 3-0 per raggiungere 28 punti, la squadra è ancora ultima ma la pressione sulle rivali in zona rossa inizia a farsi interessante. Blackburn e Middlesbrough proveranno a rispondere già domani, mentre il Newcastle sarà in campo nel Monday Night.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky