Caricamento in corso...
07 maggio 2009

Adriano al Flamengo: "Sono felice di essere tornato a casa"

print-icon
adr

Adriano ha lasciato l'Inter lo scorso 24 aprile

Il brasiliano alla presentazione del club di Rio de Janeiro: "Non c'è niente di meglio che essere qui. Sono con i miei amici e parenti e non devo dimostrare niente a nessuno. Voglio solo giocare, vincere trofei e dare gioie ai tifosi"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Il Flamengo ha annunciato di aver ingaggiato Adriano, che aveva rescisso il contratto con l'Inter lo scorso 24 aprile. La notizia è stata data dal club carioca con un comunicato, subito rilanciato da Tv Globo e dal sito Globoesporte. Adriano verrà ufficialmente presentato domani alle 15 (ora brasiliana), nel salone d'onore della sede del Flamengo. Non è stata precisata la durata dell'accordo fra l'Imperatore e la squadra in cui ha già giocato, prima di passare all'Inter.

Emozionato ma felice. A oltre due settimane dalla rescissione del contratto che ha messo fine alla sua tormentata avventura nerazzurra, Adriano Leite Ribeiro ricomincia dalle sue origini. Accolto da quei tifosi che lo hanno visto muovere i primi passi e che adesso tornano a sognare i suoi gol, l'Imperatore riparte dal Flamengo, dalla squadra dove è cresciuto e che lo ha lanciato. Riparte dopo alcuni anni di buio, tra amicizie sbagliate, notti brave e qualche bicchiere di troppo che ne avevano appannato la sua stella. E per ridarle nuovo splendore, lui che fino a qualche settimana fa aveva perso la gioia di giocare, ha scelto il club rubonegro. "Sono tornato a casa mia, dove sono nato -le prime parole di Adriano in conferenza stampa- ho sempre sentito questa voglia di tornare e non c'è niente di meglio che essere qui, vicino alla mia famiglia e ai tifosi che mi hanno visto crescere".

L'Imperatore si rifiuta di sentirsi sotto esame, "non devo provare più niente a nessuno, voglio solo vincere trofei e migliorarmi, voglio stare vicino al mio paese, al popolo brasiliano" e tornare a Rio era l'unica scelta possibile. "Sono sempre stato una persona a cui piace ridere, divertirsi e questo in Italia non stava accadendo -racconta- le cose sono cambiate qui in Brasile, per le strade le persone mi fermano e mi dicono di apprezzare il mio comportamento".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky