Caricamento in corso...
07 giugno 2009

Iraq alla Confederations, per Bora altra sfida impossibile

print-icon
bor

Vagabondo del calcio. il ct Bora Milutinovic (10 Nazionali allenate) dopo la Cina è pronto all'esperienza irachena

I campioni d'Asia sono sbarcati in Sudafrica (l'Italia di Lippi parte domenica notte da Pisa), guidati dal giramondo Milutinovic, 10 Nazionali allenate: ""Certo che ci piacerebbe vincere, se fosse possibile. Noi comunque ci proveremo..."

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

Certe volte non c'è bisogno di vincere qualcosa per essere accolti in trionfo. E per far festa a dire il vero non c'è bisogno neppure di essere troppo vincenti. Chiedetelo a loro, ai giocatori iracheni, arrivati in Sud Africa per giocare e giocarsi la Confederations Cup (la partenza dell'Italia di Lippi per Johannesburg è prevista questa sera, con un volo charter che decollerà da Pisa alle 23.50). Per provare una sfida quasi impossibile, ma che dopo questa festa per qualcuno sembra perfino più probabile

Il ct Milutinovic: "Certo che ci piacerebbe vincere, se fosse possibile. Noi comunque ci proveremo, daremo il massimo. Per tutta questa gente che era qui ad aspettarci. E sono davvero felice per loro". Per questa gente si è sorpreso anche Bora Milutinovic, uno che per esperienza non dovrebbe sorprendersi di nulla. Oltre a questo Iraq, ha allenato infatti 10 nazionali ed è stato il solo ad averne qualificato 5 ai mondiali. Ora invece tutto è pronto per questa anteprima dei mondiali, la Confederations cup, con 8 squadre arrivate lì per meriti, e con l'Iraq vincitore dell'ultima coppa d'Asia. Già un'impresa. Non solo simbolica. E comunque abbastanza per far festa. La festa di un popolo che accoglie la squadra come se fosse una squadra di sole star. E' eccitante poter vedere questa squadra dal vivo, di solito potevo seguirli solo in tv o su internet. Ora invece li incontreremo per davvero.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky