Caricamento in corso...
11 giugno 2009

Confederations, Blatter: Sud Africa pronto per i Mondiali

print-icon
fif

Panem et circenses, la ricetta contro la crisi di Joseph Blatter

La ricetta contro la crisi del presidente Fifa: ''Non dubitiamo di quello che avverrà tra un anno, pensiamo a dare il calcio d'inizio alla Confederations. Panem et circenses, come dicevano gli antichi romani la gente ha bisogno di mangiare e di emozioni''

IL CALENDARIO DI TUTTE LE PARTITE

COMMENTA NEL FORUM DEGLI AZZURRI

A un anno dal Mondiale, non è più ora di "parlare della capacità del Sudafrica di ospitare il Mondiale, ma di dare il calcio di inizio" alla Confederations Cup. Lo ha detto il presidente della Fifa, Joseph Blatter, che in un'intervista al media channel della confederazione mondiale del calcio ha anche  spiegato il suo punto di vista sulla crisi economica mondiale e gli effetti del Campionato del Mondo al via tra 365 giorni.

"Questa crisi è globale - ha aggiunto Blatter - Riguarda tutti, ogni singola persona su tutto il pianeta. E allora di cosa ha bisogno la gente? Come dicevano gli antichi romani, date loro pane e divertimento, panem et circenses. Vuol dire che la gente chiede da mangiare ma anche emozioni. E' sempre possibile trovare qualcosa da mangiare, ma oggi quel di cui la gente ha  bisogno è l'emozione. Applicandolo ai tempi moderni, potremmo dire che chiedono speranza ed entarteinment: e questo  intrattenimento è il calcio, con le emozioni che sa dare alla  gente. Questo è il messaggio che il Sudafrica invierà al Continente africano, e che l'Africa invierà a tutto il mondo".

Blatter, che circa un anno fa aveva parlato di piano alternativo in caso il Sudafrica non fosse riuscito a completare la sua organizzazione tranne poi confermare che la sede non sarebbe stata cambiata, è tornato oggi a parlarne, a tre giorni dal via della Confederations Cup, test dell'evento mondiale che comincerà tra un anno esatto. "Non è più tempo di parlare, ma di dare il calcio d'inizio - ha detto il presidente della Fifa - E di assicurare che loro possano e vogliano offrire" un Mondiale all'altezza.

Blatter si è detto certo che sarà così, "per gli splendidi stadi e i grandi nomi delle nazionali che si  prevedono", ma soprattutto ha ammesso il suo sollievo per la stabilizzazione della situazione politica. "Sono felice che il vuoto politico dei mesi scorsi sia stato colmato dall'elezione e dall'insediamento del presidente Jacob Zuma: è un uomo forte, ama il calcio, ed ha ben chiaro ciò che il Mondiale di calcio potrà offrire al suo paese".

"Non è questione - ha concluso Blatter - se il Sudafrica è pronto, ma di ciò che si è impegnato a fare: per questo il presidente Zuma farà appello alla sua popolazione, e la gente del Sudafrica ascolterà lui, e ascoltera' anche il presidente  della Fifa: dimostrate al mondo che siete capaci di farcela, ve lo chiede non solo la Fifa, ma i tifosi che da tutto il mondo  guardano al Sudafrica. Lo dimostra il gran numero di biglietti  venduti, anche fuori dal paese ospitante, per la Coppa del Mondo  che comincia tra un anno esatto".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky