Caricamento in corso...
12 giugno 2009

Caressa: la Nazionale è il massimo, andiamo in Sudafrica!

print-icon
Car

Fabio Caressa e Beppe Bergomi, la coppia di commentatori SKY per la Nazionale: da Berlino al Sudafrica

Il popolarissimo commentatore di SKY ritrova la Nazionale e al solo pensiero si emoziona: "Alla Confederations è la prima volta che che commento la Nazionale dopo la magica notte di Berlino, gli azzurri sono davvero speciali...". LA GALLERY

SCOPRI MONDO CARESSA

COSI' LA CONFEDERATIONS CUP SU SKY SPORT

COMMENTA NEL FORUM DEGLI AZZURRI

La prima volta dopo Berlino. Arriva  la Confederations Cup, Fabio Caressa ritrova la nazionale e al  solo pensiero si emoziona: "La Nazionale è il massimo". Il telecronista azzurro di Sky è in partenza per il Sudafrica, assieme all'inseparabile "spalla" Beppe Bergomi, che il titolo mondiale sul campo l'ha vinto in Spagna nel 1982 e ora è un apprezzato commentatore tecnico.

Caressa e Bergomi furono le voci del trionfo in Germania di tre anni fa e ora, complice il fatto che Sky ha i diritti sul torneo sudafricano, torna a commentare in prima persona le vicende della Nazionale. Nel frattempo è tornato anche Lippi, sulla panchina azzurra, e  chissà che anche il finale, tra un anno sempre in Sudafrica,  non sia lo stesso.

"E' la prima volta che che commento la Nazionale dopo la magica notte di Berlino - dice Caressa -. Me ne sono reso conto negli ultimi 5-6 giorni, prima ero troppo impegnato con il lavoro. Il pensiero di tornare con gli azzurri mi emoziona, lo ammetto, perché la Nazionale è il massimo, una cosa molto speciale. Certo ora sto pensando di capire come affrontare questo impegno, e almeno all'inizio i toni saranno diversi: un primo turno di Confederations Cup non è la stessa cosa di una finale mondiale. Però sono sicuro che ci divertiremo perché assisteremo a partite spettacolari e aperte  come quelle della Confederations del 2005: ricordo ad esempio una bellissima finale tra Argentina e Brasile".

Proprio il Brasile vinse il torneo di quattro anni fa in Germania, poi però fallì l'appuntamento più importante. "E' vero che chi vince la Confederations poi non si aggiudica anche il Mondiale - ricorda la voce degli azzurri su Sky -  ma io spero che gli azzurri rompano questo tabù. E' bello mantenere l'abitudine di sollevare le Coppe. Giocare una finale non fa mai male, specie quando vinci". Quindi il prossimo 28 giugno a Johannesburg ci sarà una finale Italia-Spagna? "Mi auguro proprio di poter dire 'andiamo  a Johannesburg". Che non è proprio Berlino, ma quest'anno è il massimo che c'è.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky