Caricamento in corso...
15 giugno 2009

Dunga blinda Kakà. Ecco come un ct diventa bodyguard

print-icon
car

Dunga, ct del Brasile, fa da diga ai gossip che circondano Kakà anche in Sudafrica

PIERLUIGI PARDO, inviato di SKY Sport alla Confederations Cup, racconta la vigilia della prima gara del Brasile: in conferenza stampa è impossibile parlare con la nuova stella del Real. Ci prova un cronista spagnolo, ma "O Profesor" respinge l'assalto

COSI' LA CONFEDERATIONS CUP SU SKY SPORT

di PIERLUIGI PARDO

"Tu devi essere proprio furbo…", dice con la faccia cattiva il Profesor Dunga, così come lo chiamano i brasiliani, con una esse sola, al giornalista spagnolo che ha abbordato Kakà, quasi fosse una bella donna, appena finita la conferenza stampa.

Il ragazzo faceva soltanto il suo lavoro, che poi è anche il mio. Kakà è la nuova stella del club più importante di Spagna e allora qualsiasi cosa dica fa notizia.

Anche "O Profesor" ha le sue ragioni. Come il miglior Gattuso entra a gamba tesa su chiunque, italiano o spagnolo possa disturbare i suoi con domande di mercato a poche ore dalla sfida con l'Egitto. Che a noi dirà anche poco ma che per lui è già importante.

In mezzo c'è Ricky, che parla di Milan con l'aria di chi è dispiaciuto, di chi proprio non poteva fare altrimenti, di chi preferisce star zitto per non essere strumentalizzato. Qualche giorno ancora e poi dovrà farlo. Altrimenti tra tante voci mancherà soltanto la sua. Accreditando l'idea di una fuga e non di un comune accordo, di un addio ipocrita e non di una storia d'amore senza tempo, finita così per il bene di tutti.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky