Caricamento in corso...
16 giugno 2009

Il signor Rossi & Kakà, giovanotti che esaltano la Spagna

print-icon
ros

Giuseppe è stato il protagonista assoluto del match degli azzurri contro gli Usa. Il brasiliano ha risolto la partita con l'Egitto. Giuseppe manda in delirio i tifosi del Villareal dove gioca, Kakà lo farà a Madrid. GALLERY E VIDEO: L'INTERVISTA A ROSSI

IL CALENDARIO DI TUTTE LE PARTITE

COMMENTA NEL FORUM DEGLI AZZURRI

Lui, Ricardo Izecson dos Santos Leite detto Kakà, è stato il giocatore migliore del mondo... Lui, Giuseppe Rossi detto Beppe o anche Pepito, è uno dei più forti attaccanti italiani e vorrebbe diventare presto uno dei migliori del mondo. In comune hanno quella faccia pulita da bravo ragazzo, toni pacati sempre - dentro e fuori dal campo - quel mix di educazione e timidezza segni inconfondibili di un carattere forte e di una sicurezza interiore.

A loro, Kakà e Beppe, con il pallone tra i piedi, nulla è precluso. Loro portano nel cuore i colori delle loro bandiere, orgogliosi di essere simboli del Brasile e dell'Italia del calcio. I tifosi di Brasile e Italia, però, si devono accontentare di vederli con le maglie delle nazionali: diversi nelle motivazioni, uguali nel risultato finale - emigranti del pallone. E ora, vicini, vicinissimi, non solo per le loro qualità, ma perché entrambi faranno sognare i tifosi spagnoli.

Beppe lo fa già da due anni, da quando gioca nel Villareal, 23 gol in 57 partite, perché in Italia nessuno ha voluto puntare su di lui, nonostante le richieste del presidente del Parma, Ghirardi che avrebbe voluto qualche socio per trattenerlo; Kakà, invece, finita la Confederations indosserà i panni del Galactico con la camiseta blanca, perché all'offerta del Real nessuno sarebbe stato capace di dire di no. Nemmeno Galliani è stato capace di farlo.

La loro felicità, e quella dei tifosi spagnoli, è segnare sui campi della Liga, la nostra di continuare a vederli, con le maglie di Brasile e Italia segnare, correre ed esultare - magari in italiano: perché avrà anche dichiarato di aver urlato "Vamos", ma la prima cosa che Beppe ha detto dopo i gol agli Usa è stata solo un italianissimo "Andiamo!".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky