Caricamento in corso...
19 giugno 2009

Azzurri, due gol di scarto a Kakà per la semifinale

print-icon
iaq

Vincenzo Iaquinta si dispera per la sconfitta contro l'Egitto ma per l'Italia nulla è perduto

Nella Confederations Cup non valgono gli scontri diretti quale criterio prioritario per determinare il passaggio del turno in caso di arrivo a pari punti. Sarà, dunque, decisiva la differenza reti generale

IL CALENDARIO DI TUTTE LE PARTITE DELLA CONFEDERATIONS CUP

COMMENTA NEL FORUM DEGLI AZZURRI

Meno male che per l'Italia non valgono le regole del campionato italiano. Ecco l'unica certezza di una squadra senza più certezze sul campo: un regolamento cui aggrapparsi per sperare. Un regolamento che non dà la priorità agli scontri diretti, come invece in serie A, ma alla differenza reti generale. E qui, nonostante la sconfitta di ieri, gli azzurri, a più 1, sono ancora in vantaggio sull'Egitto, a zero, mentre il Brasile è a +4. Questi i criteri se si arriva a pari punti: conta innanzitutto la differenza reti. Poi, per un'ulteriore parità, si va a vedere il numero di reti segnate e, infine, ma solo infine, gli scontri diretti. Questo vale in caso di arrivo in volata di due o più squadre: in pratica, non esiste la classifica avulsa. Proprio questa potrebbe essere la fortuna dell'Italia, se gli azzurri dovessero battere il Brasile e l'Egitto gli Stati Uniti, e ci fossero quindi tre squadre a quota 6 punti. Al momento la differenza reti ci premia.

Se gli azzurri dovessero superare con due gol di scarto il Brasile, allora la qualificazione sarebbe certa, indipendentemente dal risultato di Egitto-Stati Uniti, perché Cannavaro e compagni passerebbero a +3 e la Selecao scenderebbe a +2. Ma non aspettiamoci regali dal Brasile perché la squadra di Dunga perdendo con due o più gol di scarto rischierebbe grosso in caso di goleada egiziana. Ecco perché dopo tutti questi conti da mal di testa, l'Italia non può permettersi di fare troppi calcoli. Le combinazioni possibili sono tante, mentre la certezza è una sola. Una convincente vittoria sul Brasile, oltre a cancellare la brutta figura con l'Egitto, ci darebbe la qualificazione.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky