Caricamento in corso...
25 giugno 2009

Non solo gli Usa. Quante sorprese nello sport

print-icon
pri

"Cura di umiltà" titola la prima pagina odierna di Marca.

Guardi il risultato e non ci credi. Non è possibile. Invece l'eliminazione della Spagna dalla Confederations Cup è solo l'ultimo dei colpi di scena: da Tyson nella boxe, a Usa-Urss nel basket, all'Uruguay nei Mondiali contro il Brasile quante stranezze

IL CALENDARIO DI TUTTE LE PARTITE DELLA CONFEDERATIONS CUP

COMMENTA NEL FORUM DELLE NAZIONALI

Guardi il risultato e non ci credi. Non è possibile. Eppure è così. Capita -spesso- ma è come la prima volta. Lo sport ti fa sbarrare gli occhi, e restare a bocca aperta. Non ci credevano in Spagna. La Roja che ne prende due dagli Stati Uniti. Non ci credevano neanche i bookmakers, che a inizio manifestazione davano gli Usa vincenti 33 a 1. E addirittura a 200 dopo il ko contro il Brasile.

A 45 a 1 era dato lo sconosciuto James "Buster" Douglas nel febbario 1990. Siamo sul ring di Las Vegas, per un match che Mike Tyson e tutti gli appassioanti di boxe ricordano come una delle sorprese più sorprendenti del mondo dello sport. Impossibile pronosticarlo come la vittoria nei 100 metri di Kim Curtis  a Parigi nel 2003, campionati mondiali. Kim Collins, atleta di St. Kitts & Nevis, un'isoletta dei Caraibi con meno di 40.000 abitanti. Il nuovo campione del mondo con il tempo di 10"07 è lui. Non gli sprinter made in Usa.

Stati Uniti che sorpresero il mondo nel 1950, facendo piangere i maestri inglesi nel 1950: 1-0 per gli States con il gol di Joe Gaetjens, cresciuto a New York ma di origini haitiane. Era talmente scontata la vittoria degli inglesi che i bookmakers a Londra non accettavano le puntate sull'America.

Sempre nel 1950 la sorpresa fu in quella che è considerata la finale. L'Uruguay che batte il calcio bailado brasiliano. Quando cade una grande fa sempre notizia. Non ci credevano gli argentini di Maradona nel 1990, quando Oman Biyyk segnava a San Siro, il gol della vittoria del Camerun, Non ci volevano credere i campioni del mondo della Francia quando ai mondiali del 2002, uscivano sconfitti per 1-0 dal Senegal dei nomi sconosciuti.

Nel basket la sorpresa più grande è targata Urss 1972, complice una clamorosa indecisone degli arbitri i sovietici vincono alla fine 51-50. Per dare un'idea di quello che ha significato per i giocatori statunitensi perdere quella partita basti dire che uno di loro, Jim Forbes oggi 60enne, ha scritto nel suo testamento che per nessun motivo un membro della sua famiglia dovrà mai accettare, dopo che lui sarà morto, di prendere la medaglia d'argento. Infatti la squadra USA non si presentò alla cerimonia di premiazione e tutte le 10 medaglie d'argento sono tuttora custodite nel caveau di una banca di Losanna. Incredibile, ma vero. Come gli States vincenti contro la Spagna.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky