Caricamento in corso...
12 luglio 2009

Donovan attacca Beckham: ''Un cattivo capitano''

print-icon
don

Landon Donovan è stato protagonista dell'ultima edizione della Confederations Cup

Il talentuoso fantasista della nazionale statunitense non le manda a dire all'icona dei Galaxy, di ritorno dal Milan: "Ci aspettavamo da lui almeno che lottasse con noi. Ma non lo ha mai dimostrato in tutto questo tempo, né sul terreno di gioco né fuori"

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Il ritorno dalle ferie può essere a volte molto amaro. E' quello che è accaduto a David Beckham che, al suo ritorno in Usa, si è trovato di fronte alle polemiche scatenate da un compagno di squadra che lo considera un "cattivo capitano".

Landon Donovan, talentuoso fantasista della nazionale statunitense e compagno di Beckham ai Los Angeles Galaxy, ha parlato di Beckham nel libro "The Beckham Experiment" che uscirà in vendita martedì. Nel libro Donovan dice che l'ex giocatore del Manchester United e del Real Madrid è un "cattivo capitano".

Beckham che torna ai Galaxy dopo cinque mesi in prestito al Milan, ha parlato di Donovan come di un giocatore "poco professionale". "Qualunque calciatore al mondo vedrebbe poco professionale parlare di un compagno di squadra alla stampa e non di persona", ha detto Beckham arrivando negli Stati Uniti. "Trasformerò tutto questo in qualcosa di buono", ha aggiunto l'inglese. "In 17 anni di carriera ho giocato con le squadre più grandi del mondo ed i giocatori più importanti, e mai una volta sono stato criticato per la mia professionalità. E' importante chiarire questo, e parlerò con Landon questa notte o nei prossimi giorni".

La domanda è, in ogni caso, fino a che punto importa a Beckham fare la pace con Donovan. Il piano dell'inglese non passa certo per Los Angeles, dove non vuole rimanere, ma bensì tentare nuovamente di tornare a Milano. Beckham deve giocare in Europa se vuole assicurarsi un posto per il Mondiale di Sudafrica 2010. Rimanere in California non lo aiuterà. "Per poter partecipare al Mondiale devo essere in ottima forma. Farei tutto per riuscirci", ha spiegato il centrocampista 34enne, lanciando un messaggio al ct dell'Inghilterra, Fabio Capello.

Le critiche di Beckham al mediocre livello di gioco della Lega professionistica statunitense, la "Major League Soccer" (MLS), sono state al primo punto degli argomenti trattati nel libro, nel quale vengono interpellate varie figure chiave della MLS, sull'esperimento Beckham negli Stati Uniti. "Ci aspettavamo da lui almeno che lottasse con noi. Ma non lo ha mai dimostrato in tutto questo tempo, né sul terreno di gioco né fuori", ha aggiunto Donovan.
I due giocatori dovranno vestire la stessa maglia giovedì quando i Galaxy scenderanno in campo a New York contro i Red Bulls. L'inglese che domani affronterà il suo primo allenamento della stagione con i Galaxy, ha già anticipato quali saranno i suoi comportamenti in questa partita.
"Io mi comporterò in modo molto professionale in campo. Se avremo un'occasione da goal, passerò il pallone a Landon", ha assicurato Beckham, che ieri è stato protagonista di un evento benefico con il francese Zinedine Zidane.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky