Caricamento in corso...
10 agosto 2009

Jarque, l'autopsia conferma: morto per cause naturali

print-icon
dan

I tifosi dell'Espanyol rendono omaggio a Daniel Jarque, il capitano della squadra deceduto a Coverciano

L'autopsia sul corpo di Daniel Jarque ha confermato le cause naturali della morte del capitano dell'Espanyol. Nei prossimi 40 giorni arriveranno i risultati degli esami istologici ed entro 60 verrà presentata la relazione del medico legale

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

L'autopsia sul corpo di Daniel Jarque ha confermato le cause naturali della morte del capitano dell'Espanyol. Sabato notte il calciatore di 26 anni era stato colto da un arresto cardiaco mentre si trovava nel centro Figc di Coverciano. Nei prossimi 40 giorni arriveranno i risultati degli esami istologici ed entro 60 verrà presentata la relazione del medico legale. Gli esami tossicologici non sono stati nemmeno predisposti e questo esclude ogni possibilità di un coinvolgimento di sostanze dopanti. La salma resterà nell'ospedale fiorentino di Careggi fino a domattina quando poi sarà trasportata a Barcellona.

"Il giocatore dell'Espanyol è deceduto a causa di una crisi sistolica - scrive la società in un comunicato - Il medico del club, il dottor Cervera, ha tentato un primo intervento con un defibrillatore, ma senza riuscire a rianimarlo. Nel giro di pochi minuti è arrivata un'ambulanza da Firenze. Anche il personale d'emergenza ha tentato di intervenire con il defibrillatore che aveva a bordo, ma di nuovo senza riuscire a rianimarlo".

Quindi, continua la ricostruzione del club catalano, Jarque è stato sottoposto "per un'ora a defibrillazioni, massaggi cardiaci e  somministrazioni di adrenalina e atropina, ma il cuore del giocatore non ha reagito e quindi è stato stabilito il decesso".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky