Caricamento in corso...
17 agosto 2009

Liverpool, Benitez punta il dito contro gli arbitri

print-icon
raf

Il Liverpool inizia la stagione di Premier con una sconfitta: la squadra allenata da Rafa Benitez perde 2-1 contro il Tottenham

E' subito polemica in Premier: dopo la gara persa 2-1 sul campo del Tottenham il tecnico ha accusato il direttore di gara di non aver concesso un rigore ai Reds: "Tutti hanno visto". E sul quarto uomo: ''E' troppo giovane, dovrebbe darsi una calmata''

Pronti, via e subito accuse all'arbitro ''miope''. E' bastata la prima giornata della Premier League per assistere al primo attacco ai fischietti firmato da Rafa Benitez, manager del Liverpool. I provvedimenti appena varati dalla Football Association, intenzionata a tutelare i direttori di gara da atteggiamenti poco urbani in campo e da critiche troppo accese davanti ai microfoni, non hanno frenato l'allenatore dei Reds.

Dopo la gara persa ieri 2-1 sul campo del Tottenham, Benitez si è presentato in sala stampa per criticare l'operato dell'arbitro Phil Dowd. Il direttore di gara, che ha concesso ai Reds un rigore, secondo l'iberico avrebbe dovuto fischiare un altro penalty nel finale. Il ''referee'', però, non ha giudicato falloso l'intervento di Benoit Assou-Ekotto sull'attaccante ucraino Andryi Voronin. "Tutti hanno visto", ha detto Benitez che, chiamato ad esprimere un giudizio sulla prestazione dell'arbitro, ha risposto con un gesto: ha tirato fuori gli occhiali dalla giacca e li ha mostrati ai cronisti.

Le critiche non si sono esaurite qui. Benitez ha puntato il dito contro il quarto uomo, il 26enne Stuart Attwell, che nei momenti più concitati della partita ha espulso Sammy Lee, allenatore in seconda del Liverpool. "Il quarto uomo è troppo giovane, dovrebbe darsi una calmata", ha detto lo spagnolo.

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky