29 agosto 2009

Romario, beni pignorati: deve 300mila euro a Zagallo

print-icon
spo

Ancora guai giudiziari per Romario: pignorati beni per 300mila euro dopo aver perso una causa contro l'ex ct Mario Zagallo

In un bar aperto a Barra de Trjuca, l'eroe del Brasile a Usa '94 aveva affisso sulla porta della toilette un'immagine del ct seduto sul water. Citato in giudizio e persa la causa, non ha saldato il debito: sequestrati capi firmati e pure un barbecue

Per Romario i guai giudiziari, conseguenza di condanne a pagamenti non effettuati, non finiscono mai. Stavolta, secondo quanto scrive il quotidiano carioca 'O Globo', si tratta della causa nei confronti del suo ex giocatore vinta da Mario Zagallo, che aveva citato in giudizio l'attaccante perché questi, in un locale che aveva aperto a Barra da Tijuca (il 'Café do Gol'), aveva messo sulla porta della toilette dei maschi un'immagine dell'ex ct seduto sulla tazza del water. Zagallo non aveva gradito e aveva fatto causa a Romario, vincendo ed ottenendo come risarcimento una cifra pari a circa trecentomila euro. L'eroe dei Mondiali di Usa '94 non ha mai pagato, così due ufficiali giudiziari si sono presentati a casa sua e, sempre secondo quanto scrive 'O Globo', gli hanno pignorato a garanzia del pagamento "otto paia di occhiali Prada, cinque vestiti di Armani e Versace, due tappeti, un divano, tre quadri di autori sconosciuti, quattro televisori al plasma, 15 attrezzature da palestra e un set di 'barbecue' per la cottura della carne". Nel luglio scorso Romario era stato arrestato, ed aveva trascorso una notte in prigione, per il mancato pagamento degli alimenti ai figli avuti dalla prima moglie Monica Santoro. Successivamente aveva raggiunto un accordo con la donna, che gli aveva evitato ulteriori guai.

INTERVIENI NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky