Caricamento in corso...
03 settembre 2009

Febbre da Argentina-Brasile: Messi gioca nella sua Rosario

print-icon
mes

Messi e Maradona nella sessione di allenamento di martedì 1 settembre

Per la supersfida sudamericana di sabato 5 settembre valida per le qualificazioni mondiali è previsto il tutto esaurito. Si gioca nella città che ha dato i natali alla Pulce del Barça, che con ogni probabilità avrà come partner d'attacco Tevez

La prima volta con la casacca della nazionale di Lionel Messi nella sua città natale, Rosario, a 300 chilometri da Buenos Aires, per l'attesa partita di sabato contro il Brasile, sta già mettendo a dura prova i suoi fan. Le entrate per i 5.600 posti in platea sono stati venduti in un battibaleno, mentre, nonostante il tempo inclemente, freddo e pioggia, è ormai di oltre 10 isolati la fila di quanti accampano da ieri per i biglietti per gli spalti popolari, che verranno messi in vendita venerdì.

Messi peraltro, ponendo da parte, in combutta con il ct Diego Maradona, l'aria un po' funesta che circolava nella 'seleccion' per la sequela di infortunati, già sogna la vittoria. "Sappiamo che sarà una partita difficile - ha ammesso - loro hanno grandissimi giocatori. Ma noi non siamo da meno. Possiamo batterli tranquillamente".

Per Messi, che per l'occasione sfoggerà anche per la prima volta le scarpette personali messegli a disposizione dall'Adidas, sarà un appuntamento molto importante sul piano personale. In nazionale infatti non ha quasi mai giocato ai suoi migliori livelli come al Barcellona. E, quindi, sono in tanti a sperare che 'esploda' finalmente proprio nella sua città. In attacco dovrebbe essere affiancato da Carlos Tevez alla luce del fatto che negli allenamenti di mercoledì il ct Diego Maradona ha schierato loro due, non ricorrendo invece al genero, il Kun Aguero, dato fino a ieri come 'rivale' di Tevez.

Questa la formazione messa in campo in allenamento che potrebbe essere quella che giocherà a Rosario: Andujar; Zanetti, Dominguez, Otamendi, Heinze; Rodriguez, Mascherano, Veron, Datolo; Messi e Tevez. Da rilevare che, prima della partita, Messi ha avuto un lungo colloquio con Maradona e Veron regista, dentro e fuori del campo, della nazionale. Per Messi, insomma, un appuntamento carico di aspettative: per lui e per milioni tifosi argentini.

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky