09 settembre 2009

Nazionali in campo, notte di speranze e paure

print-icon
mar

Diego Maradona con Aguero: stasera poco da sorridere, bisogna fare sul serio

Portogallo, Argentina, Francia: nei match per le qualificazioni ai Mondiali 2010 tante rappresentative si giocano il futuro. Ronaldo prova a sbloccarsi, Maradona prova a vincere, Domenech prova a resistere sulla panchina da ct dopo le polemiche

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Sarà una notte di incroci, speranze e di paure. La più grande, quella di Cristiano Ronaldo. Dopo aver perso il Pallone d'Oro, rischia di non partecipare nemmeno al Mondiale. In queste qualificazioni non ha mai segnato: deve sbloccarsi per guidare il Portogallo alla conquista di Budapest e rimetterlo in corsa almeno per il secondo posto nel gruppo 1, che significherebbe spareggio.

Ci crede il ct Queiroz, ma attenzione: irraggiungibile la Danimarca, l'Ungheria è una rivale diretta. E soprattutto della partita di stasera potrà approfittare la Svezia di Ibra, impegnata in una passeggiata sul prato di Malta, dove comunque raccoglierà tre punti importanti.

Li cerca anche l'Argentina in Paraguay: in realtà i due di vantaggio su Ecuador e Colombia e il calendario delle ultime due giornate non rendono drammatica la sua posizione in classifica, ma vincere servirà per cancellare l'umiliazione subita dal Brasile. Certe cose in Sudamerica non le dimenticano: se perde stasera, ed il Paraguay in casa ne ha vinte sei su sette, Diego rischia grosso. Vivrà una notte di tensione, in contrasto con la tranquillità ed i sorrisi che accompagnano il Brasile verso la sua passerella contro il Cile: due squadre che aspettano soltanto di salire insieme sull'aereo per il Sudafrica.

Non sarà invece una notte di bugie. Almeno se lo augura Raymond Domenech. Se non vince, però, la Francia dovrà passare per gli spareggi e la sua panchina sarà ancora più in bilico. A Belgrado le sue preoccupazioni coincidono con i sogni della Serbia: con una vittoria, Stankovic e compagni si qualificherebbero aritmeticamente per il primo mondiale della loro recentissima storia. E per tutti i serbi comincerebbe una indimenticabile notte di festa.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky