Caricamento in corso...
14 settembre 2009

India, un afrodisiaco per confermarsi Campioni

print-icon
mus

Lo sponsor accusato di aumentare le prestazioni anche in campo

La squadra vincitrice dello scorso campionato indiano, la Churchill Brothers di Goa, ha deciso di farsi sponsorizzare dalla Musli Power, rimedio per ogni problema sessuale. La società: "I giocatori hanno testato il prodotto verificandone l'efficacia"

Il mondo del calcio indiano è in subbuglio dopo che la squadra vincitrice dello scorso campionato indiano, la Churchill Brothers di Goa (India meridionale), ha deciso di farsi sponsorizzare dalla società produttrice del Musli Power Extra, rimedio presentato come afrodisiaco e "risolutore" di ogni problema sessuale.

Per evitare eccessive polemiche, comunque, la Kunnath Pharmaceuticals, nell'illustrare l'accordo che porterà nelle casse del Churchill 30 milioni di rupie all'anno (oltre 420.000 euro) non ha mai menzionato il termine afrodisiaco. Nonostante le immagini pubblicitarie e la confezione di Musli Power siano oltremodo esplicite, le parti si sono limitate a parlare di "un prodotto che migliora le prestazioni sportive e la resistenza".

"Molti giocatori del Churchill hanno usato il Musli Power e ne hanno verificato l'efficacia, prima che la società desse il via libera all'operazione commerciale", ha detto il direttore del marketing della Kunnath Pharmaceuticals, K.D. Abraham, mettendo fra l'altro in allarme i responsabili dell'agenzia anti-doping indiana, incaricati di definire l'elenco dei prodotti vietati nel calcio. Dopo un anno di purgatorio in serie B, il Churchill, che ora si chiamerà ufficialmente Musli Power Churchill Brothers, ha vinto l'ultimo campionato nazionale sotto la guida del serbo Zoran Djordjevic che però ha lasciato la squadra. Per cercare di ripetersi anche in quello 2009/2010, il proprietario della società, Churchill Alemao, ha ingaggiato un allenatore brasiliano (Carlos Roberto Pereira da Silva) e tre calciatori nigeriani (Odafe Onyeka Okolie, Ogba Kalu Nnanna e Felix Chimaokwu).

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky