25 settembre 2009

Zola corteggia Candreva e Toni. Schalke, Rafinha in vetrina

print-icon
ant

Il cartellino di Antonio Candreva, classe 1987 in prestito al Livorno, è di proprietà dell'Udinese

Dopo aver accolto Alessandro Diamanti, il tecnico degli Hammers vuole rendere più folta la colonia italiana ad Upton Park. Lo Schalke invece sogna di fare cassa con Rafinha, valutato dal suo agente una dozzina di milioni: Milan e Juve sono avvisate

Dopo Alessandro Diamanti, Gianfranco Zola vuole rendere più folta la colonia italiana al West Ham. Secondo il "Daily Mirror", il tecnico sardo ha intenzione di portare a gennaio ad "Upton Park" Luca Toni e Antonio Candreva. Toni, 32 anni, fatica a trovare un posto al Bayern Monaco dopo l'infortunio al tendine d'achille e l'approdo estivo alla corte di Van Gaal di Mario Gomez e Ivica Olic. L'ex attaccante di Palermo e Fiorentina, tra l'altro, verrà nuovamente impiegato nella squadra riserve dopo la mezz'ora giocata in Coppa di Germania.

Non solo Toni nel mirino di Zola. L'allenatore del West Ham ha messo gli occhi su Candreva, 22enne centrocampista del Livorno protagonista di un ottimo avvio di stagione. Zola conosce bene Candreva (che, secondo il tabloid inglese piace anche a José Mourinho) per averlo allenato, assieme al ct Gigi Casiraghi, nell'Under 21.

Sempre restando in Bundesliga, un nome sempre caldo per il calciomercato è quello di Rafinha. Il brasiliano dello Schalke continua ad essere il sogno, più o meno proibito, di Juventus e, soprattutto, Milan, che ha liberato per lui un posto da extracomunitario in rosa. Nei giorni scorsi Magath ha parlato della difficoltà di tenere un giocatore del suo valore allo Schalke, alimentando in questo modo le speranze dei club italiani già per gennaio. Intervistato in esclusiva da Calciomercato.it, l'agente del laterale brasiliano, Naor Malaquias, non ha escluso la possibilità di un trasferimento in Italia del suo assistito, pur dilatando i tempi del suo sbarco nel 'Belpaese'.

"Juve e Milan? Penso che ci siano delle possibilità, ma non da subito. Se lo Schalke dovesse decidere di venderlo, saremmo pronti a trovare una soluzione con il club. Tuttavia è una decisione che spetta alla società e non a noi". In merito alla notizia dell'Equipe su un accordo già raggiunto con il Milan per gennaio, l'agente brasiliano ha detto: "Non è vero. I contatti con le italiane risalgono all'estate, quando mio fratello è stato in Italia. Ora non c'è nessun contatto. In futuro, se il club deciderà di venderlo il giocatore potrebbe decidere di venire da voi. Ovviamente l'Italia rappresenterebbe un'ottima meta per il ragazzo, lì ci sono molti brasiliani. Rafinha è stato un po' con la famiglia in Brasile e ora sta meglio e sta giocando bene. Penso che bisognerà attendere fino al termine dei Mondiali 2010 per una decisione sul suo futuro". Ha detto Malaquias prima di dare un'opinione sulla possibile quotazione del giocatore. "Penso che sia di 10-12 milioni di euro, ma è una mia opinione. E' lo Schalke che decide le cifre".

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

GUARDA TUTTI I GOL DEL PRIMO MERCOLEDI' DI CHAMPIONS

GUARDA TUTTI I GOL DEL PRIMO MARTEDI' DI CHAMPIONS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky