16 ottobre 2009

Riva sui fischi all'Italia: il pubblico paga, va rispettato

print-icon
spo

Il dirigente azzurro Gigi Riva insieme a Buffon e al dottor Castellacci (foto Ansa)

Dopo lo sfogo del ct Lippi, è il dirigente della nazionale a dire la sua sulla contestazione di una piccola frangia di tifosi al 'Tardini' di Parma durante Italia-Cipro: "Non si stavano divertendo, poi il pari li ha esaltati"

Della Nazionale sa tutto. E' il suo ambiente da una vita: ha vestito la maglia azzurra vincendo un Europeo, è il miglior bomber di sempre nella storia della Nazionale, poi da dirigente ha vinto un Mondiale. Insomma Gigi Riva ne ha viste e vissute di tutti i colori, ma forse lo sfogo di Marcello Lippi al termine di Italia-Cipro gli mancava. L'ex "Rombo di tuono" parla anche di questo in un'intervista a sportmediaset.it.

"Il pubblico paga - è il parere di Riva - e va accettato com'è. Sono le regole del gioco. Non si stava divertendo. Poi al pari si è esaltato". Per lui è il 23esimo anno da dirigente della Nazionale. "E' tutto molto bello. Vedi dei ragazzini arrivare e poi li vedi diventare campioni. Nasce feeling e simpatia. Posso dire di essere il loro papà".

LE QUALIFICATE A SUDAFRICA 2010

ENTRA NEL FAN CLUB AZZURRI

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky