Caricamento in corso...
17 ottobre 2009

Serbia ai Mondiali, Tadic beve allo stadio: denunciato

print-icon
ser

Il presidente della Serbia Boris Tadic denunciato per ver bevuto champagne allo stadio (Foto AP)

La polizia di Belgrado ha sporto denuncia contro il presidente della Serbia che, dopo la qualificazione della nazionale a Sudafrica 2010, ha festeggiato con lo champagne al Maracanà nonostante una legge contro il consumo di alcolici negli stadi

La polizia di Belgrado ha sporto denuncia contro il presidente serbo, Boris Tadic, che sabato scorso, per festeggiare la qualificazione della Serbia al Mondiale di calcio in Sudafrica dopo la larga vittoria per 5-0 sulla Romania, aveva bevuto champagne allo stadio Maracanà di Belgrado, violando in tal modo la legge che vieta il consumo di alcolici all'interno degli stadi e nelle loro vicinanze.

Tadic aveva stappato una bottiglia di champagne nel settore Vip dello stadio insieme al ministro dello sport, Snezana Samardzic-Markovic, e al presidente della Federcalcio della Serbia, Tomislav Karadzic. Anche loro sono stati denunciati al Tribunale municipale di Belgrado. La sanzione prevista è una multa fra i 30 mila e i 50 mila dinari (320-530 euro) oppure 60 giorni di carcere.

Il presidente Tadic ha già fatto sapere di voler eventualmente pagare l'ammenda per l'infrazione commessa. Nei giorni scorsi la stampa popolare di Belgrado aveva aspramente criticato il comportamento di Tadic e degli altri dirigenti serbi, chiedendosi se "per loro la legge non vale  come per tutti gli altri".

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky