Caricamento in corso...
23 ottobre 2009

Spalletti: no all'Atletico. Ecco perché tutti lo vogliono

print-icon
spa

Via Resino, l'Atletico Madrid ha pensato a Luciano Spalletti. Ma l'ex tecnico della Roma ha detto no

L'ex tecnico della Roma ha rifiutato la proposta dei colchoneros che dopo aver esonerato Abel Resino hanno ingaggiato Quique Sanchez Flores. Ma l'allenatore toscano continua a suscitare l'interesse di molti club come Zenit, Milan, Juventus e Real

GUARDA TUTTI I GOL DELLA TERZA GIORNATA DI CHAMPIONS

L'Atletico Madrid ha esonerato l'allenatore Abel Resino. Il tecnico paga il pessimo avvio di stagione della squadra, che ha vinto solo una delle 10 partite ufficiali disputate tra Liga e Champions League. Tra i candidati alla panchina, secondo la stampa spagnola, c'era anche Luciano Spalletti che però ha rifiutato la proposta della società colchonera. Così dopo i no dell'ex tecnico della Roma e di Michael Laudrup i biancorossi di Madrid hanno affidato la panchina all'ex allenatore di Valencia e Benfica, Quique Sanchez Flores. Secondo quanto riporta AS la trattativa tra Atletico e Spalletti si sarebbe impanatanata sull'eccessiva richiesta economica di Spalletti: si parla di una cifra vicina ai 2,5 milioni di euro. Ingaggio ritenuto non alla portata del club da parte della società di Madrid.

In campionato, l'Atletico è nelle zone basse della classifica con 6 punti conquistati in 7 giornate. Dopo 3 gare disputate in Champions League, i 'colchoneros' hanno 1 solo punto come i ciprioti dell'Apoel Nicosia e occupano l'ultima posizione nella classifica che il Chelsea guida a quota 9, con 3 lunghezze di vantaggio sul Porto.

Tutti vogliono Spalletti - Le prime avances gli sono arrivate qualche tempo fa dallo Zenit San Pietroburgo. La proposta era più che galante. Un triennale da quattro milioni netti a stagione, per prendere in mano la squadra a partire dal prossimo gennaio, quando in Russia inizia la preparazione per il campionato che parte a marzo. L'allenatore toscano ha riposto facendo l'occhiolino: ci penserò seriamente, l'idea mi intriga.  Intanto dalla Spagna, come un amante focoso, si è presentato alla sua porta, anzi al suo telefono, l'Atletico Madrid. Abel Resino non rientra più nei nostri piani, ti offriamo un contratto fino a giugno con opzione per un altro anno.

Più o meno è stato questo il concetto espresso con toni dolci, dall'unica persona dello staff dell'Atletico che parla bene l'italiano: una donna dell'ufficio stampa, che non a caso è stata presente a tutte le riunioni dirigenziali in cui si è discusso il futuro allenatore. Chissà se avrà imparato almeno il suo cognome. In Spagna non tutti evidentemente lo hanno fatto, ma non è certo per questo che l'invito dell'Atletico ha lasciato piuttosto freddino Spalletti. Che in maniera elegante, ha declinato.

L'Atletico si è subito consolato con Quique Sanchez Flores. Spalletti è ancora libero. Ma grandi squadre come Milan, Juventus e Real Madrid continuano a non essere insensibili al suo fascino. Se qualcuna di queste dovesse avere una stagione piena di delusioni, il suo telefono sarebbe il primo a squillare. Per questa stagione in Italia Spalletti non può più allenare, così per ora potrebbe decidere anche di aspettare un po', prima di impegnarsi seriamente. Sa che più tempo passa, più il suo sguardo diventa seducente.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky