03 novembre 2009

Platini: "Inter indebitata". Moratti: "E' falso"

print-icon
spo

Platini parla dei grandi club d'Europa: "Sono indebitati e vogliono vendere"

Il presidente Uefa sullla crisi del calcio europeo: "Molti presidenti pronti a vendere, ma troppi i debiti. Chi è così stupido da comprarli?. Le nuove norme salveranno il business di Inter, Chelsea e Man U". La replica nerazzura: "Questa società è sana"

"Con le nuove regole proteggeremo il business di Abramovich, Massimo Moratti e Glazer. Sono sicuro che vogliono vendere, ma chi comprerebbe club con tanti debiti? Chi sarebbe così stupido?". Sono le domande che si pone Michel Platini, presidente della Uefa, in un'intervista al quotidiano inglese Daily Mail. Platini fa del 'fair play finanziario' uno dei cardini della sua presidenza e si sofferma in particolare sulla situazione  finanziaria di alcuni grandi club. Tra gli esempi indicati dal dirigente francese in maniera indiretta, oltre al Chelsea di Roman Abramovich e al Manchester United di Malcolm Glazer, c'è anche  l'Inter di Massimo Moratti.

"Abbiamo 3 anni per regolamentare le cose", dice riferendosi  al progetto di varare nuove e trasparenti regole in ambito  continentale. "L'idea non e' di affossare i club ma di aiutarli a  trovare un equilibrio migliore. La nostra linea prevede che per  partecipare alle nostre competizioni non si debba spendere piu' denaro di quello che viene incassato", aggiunge prima di scendere nei  particolari: "Se il Manchester United dispone di 300 milioni di  sterline e ne spende 400, non va. Se il Liverpool paga ogni anno 60  milioni di sterline di interessi alle banche, si tratta di un sacco di soldi".

La replica dell'Inter non si è fatta attendere. Sul sito del club nerazzurra è stata pubblicata una nota in cui si smentisce quanto riferito da Platini: "Questa società non ha debiti".

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky