Caricamento in corso...
12 novembre 2009

Arbitro russo tenta il suicidio: lo portano al manicomio

print-icon
alm

Almir Kayumov

Almir Kayumov, 44 anni, stava per gettarsi dalla finestra del suo appartamento, ma è stato fermato da alcuni operai. E' ricoverato in un ospedale psichiatrico di Mosca. L'incidente è avvenuto il 9 novembre scorso

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO ESTERO

Dopo il suicidio in Germania di Robert Enke il mondo del calcio è scosso da un nuovo caso. Un arbitro del campionato russo di prima divisione, Almir Kayumov, è ricoverato in un ospedale psichiatrico di Mosca dopo aver tentato il suicidio.

"Le sue condizioni adesso sono soddisfacenti - ha detto il presidente della federazione russa nonché ministro dello sport Vitaly Mutko - Non sappiamo i motivi esatti che lo hanno portato a fare questo, stiamo indagando". Un portavoce della polizia ha raccontato che Kayumov, 44 anni, stava per gettarsi dalla finestra del suo appartamento, ma è stato fermato da alcuni operai. "Siamo in contatto costante con i medici che stanno monitorando le sue condizioni" ha detto il presidente degli arbitri Sergei Zuyev.

L'incidente è avvenuto il 9 novembre scorso (un giorno prima quindi dell'altro caso che ha scosso il mondo del calcio, il suicidio del portiere della nazionale tedesca Robert Enke) nel quartiere residenziale di Krylatskoie, nella parte nordoccidentale di Mosca, dove il direttore di gara risiede. Nel pomeriggio al commissariato di polizia locale è arrivata una telefonata in cui alcuni passanti sostenevano di aver visto un uomo sul davanzale di una finestra al settimo piano che minacciava di gettarsi nel vuoto.

Sul posto è giunta in pochi minuti una pattuglia di agenti che sono riusciti a convincere l'arbitro a rinunciare al suo folle gesto. Alla domanda sui motivi che lo avevano spinto a tentare il suicidio, l'arbitro ha risposto con frasi non del tutto logiche, affermando tra l'altro di essere stato derubato dalla moglie e di aver sentito in cucina dei rumori strani. L'uomo è stato condotto nell'ospedale psichiatrico numero 14 della capitale, dove è attualmente ricoverato.

Nato a Mosca ma di origini tartare, Almir Kaiumov è uno degli arbitri più noti del calcio russo. Quest'anno ha diretto 13 partite della Premier League russa, due incontri della prima divisione, uno di Coppa della Russia e due partite del campionato giovanile. L'ultimo incontro da lui diretto è stato quello fra il Cska e il Moskva allo stadio di Luzhniki, valido per  la 26ma giornata del massimo campionato russo. Aveva vinto il Moskva per 3 a 1, e Kaiumov aveva ottenuto un voto di insufficienza dal delegato dell'incontro Andrei Butienko, in particolare per un rigore sbagliato fischiato ai danni del Cska. L'arbitro aveva presentato un ricorso contro tale giudizio negativo, che però era stato respinto dalla commissione degli arbitri. In passato Kaiumov era stato calciatore giocando in varie squadre, tra le altre nello Spartak Mosca, con il quale aveva vinto il campionato dell'Urss nel 1987.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky