21 novembre 2009

Scommesse in Germania, l'Europa trema. L'Italia (per ora) no

print-icon
gio

I giocatori dell'Osnabrueck dopo un gol all'Amburgo. La squadra tedesca sarebbe coinvolta nello scandalo scommesse

15 persone arrestate in Germania e 2 in Svizzera: l'inchiesta sul giro di scommesse illegali nel mondo del calcio si allarga e potrebbe coinvolgere una decina di paesi. Nel mirino anche 3 match di Champions. La Uefa: "Tolleranza zero, scandalo enorme"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

BUNDESLIGA: MINUTO DI SILENZIO PER ENKE (FOTO)

Uno scandalo senza precedenti scuote il mondo del calcio tedesco mentre il resto d'Europa resta a guardare con il fiato sospeso. Quindici persone arrestate in Germania e due in Svizzera: l'inchiesta sul giro di scommesse illegali legato a una serie di partite di calcio truccate si allarga e potrebbe coinvolgere una decina di paesi europei, tra i quali per ora non figura l'Italia. Lo ha reso noto la Procura di Bochum nel corso di una conferenza stampa. Le scommesse sulle partite truccate, piazzate in vari paesi d'Europa, avrebbero fruttato almeno dieci milioni di euro. Oltre che in Germania perquisizioni sono avvenute in Austria, Svizzera e Gran Bretagna. In tutto sono 200 le partite sospette e forse truccate in nove paesi Ue (oltre 30 solo in Germania). Tra le persone arrestate ieri a Berlino anche Ante Sapina, già condannato come "cervello" dello scandalo delle partite truccate che cinque anni fa in Germania ha avuto come protagonista l'arbitro Robert Hoyzer.

L'inchiesta è cominciata nove mesi fa ed è tuttora in corso. A novembre tutto è cominciato con intercettazioni di telefonate fatte da un bordello nella zona della Ruhr, nella Germania occidentale. Ma anche Berlino e Norimberga sono coinvolte nell'inchiesta. La Uefa è "profondamente turbata dalla portata" del caso, ha detto il responsabile della commissione disciplinare, Peter Limacher, secondo il quale si tratta del più grande scandalo di questo tipo mai visto nel mondo del calcio. Finora, gli inquirenti hanno scoperto che le partite truccate sono state giocate - almeno a partire dall'inizio di quest'anno - in nove paesi europei. Le partite sospette riguardano Serie B e categorie inferiori in Germania, Belgio e Svizzera, ma anche partite della Serie A in Austria, Croazia, Slovenia, Turchia, Ungheria e Bosnia. In ognuno dei casi considerate ci sono sospetti concreti oppure conclamate manipolazioni. Nel mirino degli inquirenti anche tre incontri di Champions League e 12 di Europa League. "Il numero esiguo di partite che coinvolge tornei europei riguarda esclusivamente turni preliminari", precisa la Uefa. "In seguito verranno forniti ulteriori dettagli sulle partite coinvolte. Si tratta, in ogni caso, di partite che la Uefa aveva precedentemente inserito in una lista di 40 gare sospette".

Dato che l'inchiesta è ancora in corso, la Procura non ha nominato alcuna squadra. Per quanto riguarda la Germania, scrive oggi il quotidiano "Neuen Osnabruecker Zeitung", ci sarebbero sospette su alcune partite giocate dal VfL Osnabrueck (serie B). Sempre secondo il giornale, un uomo di 34 anni avrebbe truccato due partite durante la scorsa stagione con l'auto di calciatori della squadra. L'organizzazione criminale, secondo la stampa, avrebbe pagato non solo i giocatori, ma anche gli allenatori e gli arbitri per influenzare il risultato delle partite. Il settimanale "Der Spiegel", invece, rivela che anche un arbitro tedesco è finito nel mirino degli
inquirenti della procura di Bochum, che lo sospettano di aver ricevuto denaro dagli scommettitori per il suo arbitraggio di una partita della divisione regionale tedesca del maggio scorso.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky