Caricamento in corso...
02 dicembre 2009

La Fifa apre un'inchiesta su Henry, possibile squalifica

print-icon
hen

Thierry Henry disperato, la Fifa ha aperto un'inchiesta per il fallo di mano nella partita contro l'Irlanda

Il massimo organismo mondiale del calcio indaga sul fallo di mano commesso dal bomber della Francia nella gara con l'Irlanda. Blatter: "Mi scuso per aver rivelato la volontà dell'Eire di candidarsi come 33esima squadra". LA GALLERY DEGLI STADI MONDIALI

LE FOTO: TUTTI GLI STADI DEI MONDIALI 2010

TUTTI GLI ARTICOLI SUI MONDIALI 2010


COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

GUIDA TV: COSI' IL SORTEGGIO SU SKY

La commissione disciplinare della Fifa aprirà un'inchiesta su Thierry Henry, autore di un gol viziato da un fallo di mano durante lo spareggio tra Francia e Irlanda per la qualificazione ai Mondiali del Sudafrica. Lo ha annunciato il presidente della Fifa Joseph Blatter. Il gol Segnato dai Blues è costato l'eliminazione alla nazionale del Trap e nei giorni successivi ha scatenato numerose polemiche.

Il giocatore, da parte sua, ha riconosciuto di aver commesso fallo ammettendo anche che sarebbe stato giusto rigiocare il match. Richiesta inizialmente perseguita dalla Fai, la Federcalcio dell'Eire, e bocciata dalla Fifa, come bocciata è stata anche la richiesta di partecipare al Mondiale come 33.a squadra. Le conseguenze di questa inchiesta potrebbero anche portare a una squalifica di Henry.

"La commissione disciplinare aprirà un procedimento sul comportamento di Thierry Henry", ha affermato Blatter. "Non so quale sarà il risultato dell'inchiesta, ma lasciamo che l'organismo disciplinare della Fifa svolga il proprio lavoro". Il n.1 della Federcalcio internazionale ha anche rivelato di avere avuto una conversazione telefonica "tra sportivi" con Henry e ha aggiunto: "Io non dico che Henry deve essere sanzionato, ma solo che deve essere effettuata un'indagine". Blatter ha poi lanciato un appello al mondo del calcio: "Mi rivolgo a tutti i giocatori, alle federazioni e ai tecnici invitandoli a rispettare il "fair play". Il  calcio non è solo uno sport, ha un valore sociale", ha sottolineato il dirigente svizzero.

"Mi scuso per aver rivelato la volontà dell'Irlanda di candidarsi come 33/a squadra per i Mondiali 2010": lo ha rivelato sempre Sepp Blatter. "Sono desolato per i titoli pubblicati dai giornali, le mie parole sono state interpretate male", ha aggiunto Blatter. La richiesta della Federcalcio irlandese di essere ammessa in Sudafrica infatti sarebbe dovuta rimanere riservata: "La riunione doveva rimanere privata e confidenziale", ha confermato Liam Brady, braccio destro del ct dei Verdi Giovanni Trapattoni. Blatter aveva rivelato in conferenza stampa a Johannesburg lunedì scorso, la richiesta dell'Irlanda di essere ammessa ai Mondiali.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky