Caricamento in corso...
04 dicembre 2009

Lippi sul sorteggio mondiale: né pensieroso, né soddisfatto

print-icon
sor

Cautela prima di tutto per Marcello Lippi dopo il sorteggio di Città del Capo che ha messo gli azzurri nello stesso gruppo di Slovacchia, Paraguay e Nuova Zelanda

Il ct non si sbilancia sulle avversarie nel Gruppo F: "Bisogna essere realisti, verificare valore e caratteristiche delle nostre rivali e preparaci ad affrontarle. Un avversario diventa difficile nella misura in cui lo consideri facile". L'ALBUM MONDIALE

ENTRA NEL FAN CLUB AZZURRI

TUTTI GLI ARTICOLI SUI MONDIALI 2010


COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI: LE FOTOGALLERY

GLI AVVERSARI DEGLI AZZURRI: ECCO COME AVETE VOTATO 

Marcello Lippi subito dopo il sorteggio dei Mondiali 2010 non è "né pensieroso né soddisfatto". Parlando ai microfoni di SKY Sport, il ct dell'Italia aggiunge: "bisogna essere realisti, verificare valore e caratteristiche delle nostre avversarie e preparaci ad affrontarle. Un avversario diventa difficile nella misura in cui lo consideri facile". Parlando delle avversarie dell'Italia, Lippi ha sottolineato che il "Paraguay per 2 anni è stato in testa classifica qualificazioni, sono avversari. Anche la Slovacchia ha fatto molto bene, ha eliminato squadre importanti. Tutte le avversarie sono temibili, poi diamo un'occhiatina anche agli ottavi ai quarti".

Secondo Lippi "tutte le teste di serie possono vincere girone. Nei quarti potrebbe capitare qualcuno di molto importante, se ci arriveremo. Non penso agli altri gironi, penso al nostro. Sono collettivi che hanno dimostrato grande valore, bisogna affrontarli con il massimo dell'attenzione e della considerazione. Essere abbastanza soddisfatti - ha concluso il ct azzurro - non significa considerare il girone facile. Bisogna guardare di partita in partita".

La federazione non ha ancora sciolto tutti i nodi relativi agli aspetti logistici della 'missione': "Siamo quasi alla conclusione dell'iter, nei prossimi giorni la federazione farà sapere. Non ci  saranno problemi legati alle partite in altitudine. I problemi semmai saranno legati alla nostra qualità, alla nostra voglia e a quelle dell'avversario".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky